Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/287: ALL'ALBENZA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo italiano asoluto


BERGAMO - A conclusione del nostro challenge, è il momento del Campionato individuale 2019. Siamo ad Almenno San Bartolomeo, nel Bergamasco, al Golf Club Albenza. Il Campo copre 85 ettari di delicate colline in direzione delle Prealpi lecchesi, su cui si snodano 27 buche nate da più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il film è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia venerdì 1 settembre

ACCA KAPPA AFFIDA LA SUA STORIA ALL'ARTE CINEMATOGRAFICA

Dagli anni '20 ad oggi la parabola dell'azienda attraverso una spazzola


TREVISO - Quattro generazioni di artigiani che hanno dato vita al brand sinonimo di bellezza. Copre un arco di oltre 100 anni la storia dell'azienda trevigiana Acca Kappa che proprio per celebrare questa vicenda ha realizzato “La fabbrica della bellezza” un cortometraggio presentato lo scorso venerdì 1 settembre alla Mostra del Cinema di Venezia.

È una storia personale, quella di una famiglia con le sue sofferenze come la perdita dei figli o l’espropriazione dell’azienda, è la Storia con la esse maiuscola, quella di due guerre che hanno segnato profondamente il mondo imprenditoriale, è la storia del territorio veneto.


L’idea – spiega il regista Giancarlo Marinelli – è quella di raccontare la Famiglia Krüll, dagli anni ’20 ad oggi, attraverso una spazzola. Che è sempre la stessa; che dipana, intreccia, si perde e si ritrova tra i Capelli del Tempo. La trama è di per sé affascinante: Hermann Krüll che nel 1869 apre la fabbrica, la gestione che passa da padre in figlio attraverso alti e bassi fino a Elisa Gera Krüll che con vero spirito imprenditoriale ha preso le redini di Acca Kappa e oggi ha deciso di affidare la sua storia nelle mani di un regista. Chiariamolo subito: non si tratta di marketing, di vendere un profumo in più, si tratta di credere nella bellezza di una storia, la propria”.

“L’industria e il cinema – commenta Elisa Gera Krüll – sono legati a doppio filo. L’industria costruisce, il cinema narra: nella vita arriva il momento di fare un bilancio. Non è stato semplice ripercorrere le pagine più dolorose, ma la forza evocativa delle immagini ha saputo trasmettere più di quanto possano le parole”.
Circa 7 milioni di euro nel 2016 con un incremento del 9% rispetto all’anno 2015, l’azienda oggi è punto di riferimento del settore bellezza in Italia e nel mondo.