Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Solo dopo lunghi minuti la vittima è riuscita a dare l'allarme

SCONOSCIUTO SALE SULLA SUA AUTO, LA MINACCIA E LA SEQUESTRA

Una 56enne trevigiana aggredita nella zona dell'ospedale


TREVISO - Si è intrufolato nella sua auto e ha iniziato a dare in escandescenze, minacciandola e costringendola a portarlo dove voleva. Ha passato un'ora da incubo, martedì una 56enne trevigiana. La donna, di ritorno dall'ospedale Ca' Foncello dove si era recata per delle visite, stava percorrendo via Scarpa: procedeva lentamente per in traffico, quando ha visto un uomo correre in modo convulso e scoordinato. All'improssivo, passando accanto alla vettura, il soggetto ha aperto la portiera e, sanza dare il tempo alla signora di reagire, è salito sulla Fiat 500. A quel punto, l'uomo, dall'aspetto nordafricano, si è messo a tempestare di pughi il cruscotto, urlando di portarlo a Canizzano. Forse un individuo sotto l'effetto di stupefacenti o con problemi psichici, riuscito a sfuggire alla sorveglianza di una delle comunità collegate all'ospedale.
Di fronte all'esplosione di rabbia, la 56enne ha avuto il sague freddo di fingere di assecondarlo: ha continuato il percorso, cercando di attirare l'attenzione degli altri automobilisti, ma senza successo. Arrivata davanti ad un bar, nei pressi del cavalcavia, con la scusa di dover prendere un caffè è scesa e senza farsi notare dal passeggero, grazie al bluetooth del telefonino, è riuscita a mandare un messaggio di allarme al 112. Dopo minuti interminabili, sono arrivati due agenti della Polizia locale. Il magrebino, capendo cosa era accaduto, ha cercato di scagliarsi contro la donna, ma fortunatamente sono arrivati altri vigili e personale sanitario e l'hanno bloccato. Ora la signora, che ha subito un forte choc, si è rivolta ad un avvocato, per appurare se vi siano responsabilità di un mancato controllo riguardo alla persona che l'ha aggredita.