Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I lavori di ammodernamento, disposti dal Comune, conclusi la settimana prossima

SENSORI LASER PER REGOLARE LE PARATOIE DI PONTE DE PRIA

Da 500 anni il sistema difende la città da allagamenti


TREVISO - Con il posizionamento dei sensori laser, sono iniziati i lavori di ammodernamento del sistema automatizzato per la movimentazione delle chiuse di Ponte de Pria, nodo chiave di tutta la rete di canali del centro storico di Treviso. Gli operai hanno ricevuto anche la visita in sopralluogo del sindaco Giovanni Manildo: il primo cittadino li ha ringraziati in anticipo per gli importanti interventi che si apprestano ad effettuare.
Dal 1521 le paratoie di Ponte de Pria difendono Treviso da esondazioni e allagamenti, facendo defluire progressivamente il Botteniga su Cagnan, Buranelli e Roggia. Onde evitare di farsi sorprendere da precipitazioni intense e improvvise, soprattutto durante la notte, circa dieci anni fa si è deciso di rendere automatico il sistema di movimentazione delle chiuse, permettendo ai tecnici di avere più tempo a disposizione per eventuali interventi manuali d’urgenza. Un sistema che, a conti fatti, ha garantito l’incolumità a tutti i cittadini e ai turisti in visita a Treviso.
Oggi però il meccanismo risulta obsoleto e va reso ancora più sicuro ed efficiente. Pochi, indispensabili interventi mirati: la sostituzione dei sensori elettronici delle chiuse, l’utilizzo di cellule fotoettriche, la messa in sicurezza degli ingranaggi posti nei pressi della passerella pedonale di Ponte de Pria, dove ogni giorno passano sia il personale del Comune che i turisti. E poi un sistema di telecotrollo ad alta tecnologia e l’installazione di un display luminoso a scorrimento dove trasmettere avvisi multilingua sulla possibilità di percorrere o meno la passerella durante la movimentazione delle paratoie.
Al termine dei lavori e dei test di collaudo - ovvero, meteo permettendo, entro la fine della settimana prossima - l'impianto così rimodernato sarà attivo ed efficiente, pronto a sostenere le precipitazione dei mesi tradizionalmente più piovosi dell'anno.