Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I lavori di ammodernamento, disposti dal Comune, conclusi la settimana prossima

SENSORI LASER PER REGOLARE LE PARATOIE DI PONTE DE PRIA

Da 500 anni il sistema difende la città da allagamenti


TREVISO - Con il posizionamento dei sensori laser, sono iniziati i lavori di ammodernamento del sistema automatizzato per la movimentazione delle chiuse di Ponte de Pria, nodo chiave di tutta la rete di canali del centro storico di Treviso. Gli operai hanno ricevuto anche la visita in sopralluogo del sindaco Giovanni Manildo: il primo cittadino li ha ringraziati in anticipo per gli importanti interventi che si apprestano ad effettuare.
Dal 1521 le paratoie di Ponte de Pria difendono Treviso da esondazioni e allagamenti, facendo defluire progressivamente il Botteniga su Cagnan, Buranelli e Roggia. Onde evitare di farsi sorprendere da precipitazioni intense e improvvise, soprattutto durante la notte, circa dieci anni fa si è deciso di rendere automatico il sistema di movimentazione delle chiuse, permettendo ai tecnici di avere più tempo a disposizione per eventuali interventi manuali d’urgenza. Un sistema che, a conti fatti, ha garantito l’incolumità a tutti i cittadini e ai turisti in visita a Treviso.
Oggi però il meccanismo risulta obsoleto e va reso ancora più sicuro ed efficiente. Pochi, indispensabili interventi mirati: la sostituzione dei sensori elettronici delle chiuse, l’utilizzo di cellule fotoettriche, la messa in sicurezza degli ingranaggi posti nei pressi della passerella pedonale di Ponte de Pria, dove ogni giorno passano sia il personale del Comune che i turisti. E poi un sistema di telecotrollo ad alta tecnologia e l’installazione di un display luminoso a scorrimento dove trasmettere avvisi multilingua sulla possibilità di percorrere o meno la passerella durante la movimentazione delle paratoie.
Al termine dei lavori e dei test di collaudo - ovvero, meteo permettendo, entro la fine della settimana prossima - l'impianto così rimodernato sarà attivo ed efficiente, pronto a sostenere le precipitazione dei mesi tradizionalmente più piovosi dell'anno.