Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/292: L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DAL SUDAFRICA

Nel consuento anticipo della stagione 2020 successo di Larrazabal


SUDAFRICA - Son trascorsi solo quattro giorni dalla conclusione della stagione 2019 in Medio Oriente, e l’European Tour già apre in Sudafrica quella del 2020, con il consueto anticipo sull’anno solare. Si gioca sul Par 72 del Leopard Creek CC di Malelane, nel distretto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/291: DOPO 47 TORNEI, IL TOUR EUROPEO SI CHIUDE A DUBAI

Con la vittoria lo spagnolo Jon Rahm diventa numero uno continentale


DUBAI - Dopo 47 tornei disputati in 31 diverse nazioni, si chiude l’ampia stagione del Tour europeo, con il DP World Tour Championship, sul percorso del Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Il torneo di Dubai mette in palio una prima moneta da record, la leadership...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/290: GRAN RIMONTA DI FLEETWOOD IN SUDAFRICA

L'inglese fa suo il Nedbamk Challenge. Bene Migliozzi


SUN CITY (SAF) - Siamo al settimo degli otto eventi delle Rolex Series dell’European Tour, si gioca sul percorso del Gary Player CC, a Sun City in Sudafrica, uno dei Campi più lunghi del mondo (8.000 m). Nato nel 1981 come evento riservato a pochi eletti, tra i migliori al mondo che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domani contro Varese due saranno assenti e due in forse

TVB A CORTO DI GIOCATORI NEL TORNEO DI CAORLE

Pillastrini: "Giocare comunque ci farà solo bene"


TREVISO - Inizia domani sera il torneo di Caorle e la De' Longhi alle 20.30 affronterà l'Openjobmetis Varese. Alle 18 si sfideranno Reyer Venezia e Saratov. Purtroppo la situazione sanitaria in casa TVB è precaria: Bruttini e Fantinelli giocheranno, Nikolic e Negri no, Imbrò e Antonutti sono in forse. Dice coach Pillastrini: "Tutte le partite sono utili. Stiamo andando avanti nel nostro lavoro, è naturale che in queste condizioni facciamo fatica ad essere competitivi, ma adesso non è questo il problema. Scendere in campo contro un avversario ci farà sicuramente bene. Il programma, nonostante questi intoppi, naturalmente va avanti lo stesso: dobbiamo riuscire a crescere anche con chi notoriamente la partita la sta a guardare a bordo campo, ragazzi che comunque sono chiamati ad entrare nel sistema. Tuttavia potrò dare minuti ai giovani, sarà utile per loro ma anche per la squadra, se sapranno essere competitivi anche in allenamento.”