Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un volume ripercorre la storia della holding della famiglia di Ponzano

"IL GRUPPO BENETTON DEVE MANTENERE LA PROPRIA IDENTITÀ"

La linea di Patuano, ad di Edizione, l'azionista dell'azienda tessile


TREVISO - "Il volersi confrontare a tutti i costi con Zara, H&M, Ovs pone Benetton in un territorio che non gli appartiene. Benetton ha una propria identità ed è questo che deve essere: è una differenza sostanziale rispetto a dei marchi che fanno della velocità e della capacità di cambiare la propria offerta adeguandosi a quella degli altri, il loro fattore di competizione. Noi abbiamo una nostra personalità e su questo dobbiamo tornare a lavorare". A delineare le linee strategiche del gruppo di Ponzano Veneto è Marco Patuano, amministratore delegato di Edizione Holding, la "cassaforte" della famiglia Benetton, ovvero la capogruppo dell'azienda tessile. Il manager ha tenuto a battesimo la presentazione di un volume proprio sulla storia di Edizione: "Famiglia, Management e Diversificazione. Edizione. Storia della holding Benetton 1986 – 2016", scritto da Andrea Colli ed edito da Il Mulino.
Patuano ha sottolineato come quella di Edizione "sia la storia di un successo straordinario, di una holding industriale che ha realizzato pressoché tutti i suoi progetti" ed ha rimarcato come la società - attualmente il valore del suo portafoglio supera gli 11 miliardi di euro - "continuerà ad investire in progetti industriali, con una grande preferenza per l'Italia, ma una vocazione internazionale". Esempio lampante, l'opas lanciata su Abertis, colosso spagnolo delle infrastrutture. L'amministratore delegato ha anche ribadito come le decisioni su Save sono di competenza di Atlantia, la controllata che opera nel campo infrastrutturale, e che con l'acquisizione dell'aeroporto di Bologna, non sia, a priori, alternativa a Venezia, ma punti a costituire un polo a servizio dell'Italia centrale.
La vera chiave dello sviluppo di Edizione in questo trentennio, ha spiegato, Colli, professore di storia economica all'università Bocconi di Milano, è stata soprattutto legata ad un aspetto: "Famiglia, manager e la loro interazione. La proprietà è familiare, ma i manager sono sempre stati lasciati liberi di gestire, non solo di eseguire. Una caratteristica differente da gran parte del capitalismo familiare italiano".