Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Produttori non coinvolti, manca trasparenza nel progetto"

"IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DIVENTERĄ SOTTOMARCA DI ALTRE STRUTTURE"

Allarme di Coldiretti Treviso dopo l'annuncio della copertura


TREVISO - La Coldiretti provinciale non nasconde la sorpresa riguardo il project financing del nuovo mercato coperto di Treviso. Il primo motivo di rammarico, spiega una nota dell'associazione imprenditoriale, è dovuto al fatto che l'organizzazione nonostante sia socia della società di gestione del mercato, non ha mai ricevuto comunicazioni sull'iniziativa, nè è stata inviatat alla presentazione, apprendendo la notizia direttamente dagli organi di informazione.
Per questo Coldiretti Treviso esprime tutta la sua preoccupazione per la mancanza di trasparenza e il mancato coinvolgimento della parte produttiva su un progetto che dovrebbe valorizzare la trevigianità. Invece, viste le componenti in campo si rischia che il mercato ortofrutticolo di Treviso da mercato di riferimento della Marca, con enormi potenzialità di sviluppo, si trasformi in una sottomarca di altri mercati attualmente più strategici.
Coldiretti Treviso allo stesso modo, pur ribadendo che non si possa prescindere dal coinvolgimento dei produttori agricoli e sottolineando la necessità di fare squadra, intende garantire la propria massima collaborazione se alo stesso modo tutte le parti dimostrino con i fatti di voler fare sistema per il bene superiore del mercato di Treviso.
Rimanendo in attesa di osservare tutti i passaggi formali e gli sviluppi del project, l’organizzazione più rappresentativa delle imprese agricole trevigiane rimane a disposizione per dare il proprio fattivo contributo affinchè gli interessi della parte produttiva e dei consumatori siano tutelati.