Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Puntiamo sulla qualità, ma ci serve una sede stabile"

TCBF, "GIOIELLO DA FAR SPLENDERE ANCORA DI PIÙ"

Chiuso il 2017, il festival guarda al nuovo biennio


TREVISO - Partecipazione confermata e qualità in costante miglioramento. Il Treviso Comic Book Festival 2017, rassegna internazionale del fumetto e dell'illustrazione, si è chiuso domenica. “I numeri ci interessano relativamente, guardiamo piuttosto alla qualità”, ribadiscono i direttori artistici Alberto Polita e Nicola Ferrarese. Ma intanto l'affluenza di pubblico ha sfiorato le 40mila presenze, in linea con l'anno scorso: non male considerando il maltempo nel weekend clou.
Record per la mostra del maggior maestro Disney italiano, Giorgio Cavazzano, con oltre duemila visitatori a palazzo Giacomelli, 1.200 a Palazzo Bomben per Andy Rementer, ma code anche alle inaugurazioni a Ca' dei Ricchi, Palazzo Manin, Spazio e dintorni.
Dati peraltro provvisori, poiché le varie esposizioni continueranno fino ai primi di ottobre.
Crescono gli editori presenti: 25, gli autori autoprodotti: 120 (la più grande area del genere in Italia), i libri venduti nella mostra mercato: quasi 8mila.
Effetti positivi anche sul turismo: 450 gli ospiti legati direttamente dall'organizzazione che hanno riempito gli alberghi della città, alcuni soggiorneranno fino a metà settimana, come gli invitati delle repubbliche baltiche, paesi a cui era dedicata l'edizione di quest'anno.
Mentre i 120 volontari – trevigiani, ma anche da Bari e persino da Londra, a tutti il ringraziamento dei responsabili – stanno smontando le ultime strutture, lo staff del Tcbf sta già lavorando per l'edizione 2018, anzi per il 2019. Anche se i nomi, ovviamente, rimangono top secret. “Ma paradossalmente potremmo non invitare alcun big e la gente verrebbe comunque, perchè il format ormai è consolidato. Il festival è un gioiello, vogliamo lucidarlo ancora meglio”, sintetizza la filosofia Nicola Ferrarese. Dunque, magari una mostra in meno, con sempre maggiore attenzione a contenuti e allestimenti.
Per farlo l'Associazione Fumetti in Treviso, organizzatrice della kermesse, rinnova l'appello ad una sede stabile: all'ex Umberto I, dove finora è stato ospitato il quartier generale, nel prossimo futuro inizieranno i lavori di riqualificazione (ma il 2018 dovrebbe essere garantito), l'ideale sarebbe l'assegnazione di uno degli edifici pubblici di proprietà del Comune.