Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa prende le mosse del caso dell'impianto di Pederobba

"BASTA PETCOKE BRUCIATO NEI CEMENTIFICI SENZA ADEGUATI STUDI"

La richiesta di Gianni Girotto, senatore del Movimento 5 Stelle


TREVISO - “Se i grandi impianti di combustione vogliono continuare a usare sostanze chimiche come combustibile, prima dobbiamo essere sicuri che quelle sostanze non siano pericolose per la salute umana. Per questo abbiamo presentato un emendamento da inserire nelle disposizioni contenute all’interno della Legge europea, che vieti l’utilizzo di elementi come il petcoke, senza un’adeguata indagine epidemiologica che escluda rischi per la salute”. Lo afferma il senatore veneto del Movimento 5 Stelle Gianni Girotto.

“Perché se l’Unione europea invita gli Stati membri a limitare la costruzione di termovalorizzatori e impianti inquinanti per produrre energia, andando invece verso una vera economia circolare, in Italia permettiamo ancora l’utilizzo di sostanze pericolose per produrre energia?”, chiede ancora il rappresentante grillino.

“A ispirare l’emendamento M5S è il caso del comune di Pederobba, che ha avviato un’analisi epidemiologica per verificare il reale impatto delle emissioni inquinanti sulla salute dei cittadini che vivono nei pressi del cementificio posto a poche centinaia di metri dalle case - sottolinea Girotto -. L’aria che si respira lì attorno non è affare solo di Pederobba, ma anche di tutti i comuni limitrofi”.

Secondo il senatore, "il nostro emendamento sancisce perciò il sacrosanto principio di precauzione e ha lo scopo di tutelare preventivamente le popolazioni coinvolte in attesa di un riscontro reale, che solo l’indagine in corso può garantire. Fino a quel momento, conclude Girotto, va sospeso l’utilizzo del petcoke, residuo solido prodotto dalla raffinazione del petrolio, in quell’impianto e in tutti quelli presenti sul territorio nazionale. Dobbiamo pensare prima di tutto al benessere dei nostri cittadini".