Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La scrittrice protagonista della giornata austeniana alla Lovat di Villorba

GIOVANNA ZUCCA RACCONTA JANE AUSTEN

Dopo gli ambiti "Thè con Jane" rivivono le atmosfere di "Orgoglio e Pregiudizio"


TREVISO - Dopo gli ambitissimi “Tè con Jane” organizzati dalla scrittrice trevigiana con Koiné Comunicazione – riunitesi per tali iniziative sotto il logo Austen-ate - a Paese e ad Asolo, quest’ultimo nell’ambito del Festival del Viaggiatore lo scorso weekend, un nuovo appuntamento con l’atmosfera, le curiosità e il fascino dell’autrice di “Orgoglio e pregiudizio” alle 18.00.

Il programma, introdotto alle 11.00 dal docente e scrittore Roberto Bertinetti,prevede anche lavoratori per bambini, letture e colazioni e merende con ricette d’epoca.
Sembra essersi diffusa anche nel trevigiano una vera e propria “Jane mania” nella ricorrenza del bicentenario della morte della scrittrice inglese Jane Austen, autrice tra gli altri di “Orgoglio e pregiudizio”: merito sicuramente anche della scrittrice trevigiana Giovanna Zucca, grande conoscitrice ed estimatrice della Austen, che ha introdotto con Koiné Comunicazione i “Tè con Jane”, appuntamenti culturali in costume d’epoca Regency che d’ora in poi saranno contraddistinti dal logo Austen-ate, e che domenica 8 ottobre sarà protagonista dell’incontro “Giovanna Zucca racconta Jane”alla Libreria Lovat di Villorba, Treviso, alle 18.00.

L'appuntamento con l’autrice, che alla Austen ha anche dedicato il libro “Una carrozza per Winchester. L’ultimo amore di Jane Austen” nel quale immagina gli ultimi anni della scrittrice,si inserisce nel programma di “Una domenica con Jane Austen”, promossa da Lovat, che prevede a partire dalle 11.00 letture, colazioni e merende con torte e tè con ricette d’epoca,il laboratorio per bambini “Le dita nere di Jane Austen” con Il trabiccolo dei sogni, suggerendo il dress code Regency. Il tutto sarà introdotto alle 11.00 da Roberto Bertinetti, docente di Letteratura inglese all'università di Trieste, autore tra gli altri di” Virginia Woolf: l'avventura della conoscenza” (Jaca Book, 1985), “Ritratti di signore. Saggio su Jane Austen” (Jaca Book, 1987), “Verso la sponda invisibile. Il viaggio nella narrativa inglese da Dickens a Virginia Woolf” (Ets, 1995), “Dai Beatles a Blair: la cultura inglese contemporanea” (Carocci, 2001) e “L'isola delle donne” (Bompiani, 2017).

L’intervento di Giovanna Zucca sarà incentrato sulle ragioni del successo trasversale e senza tempo dei libri e della figura di Jane Austen: “Jane Austen è un’icona pop, – spiegala scrittrice – al pari di una pop star dei nostri giorni, anzi di più: il suo mito, infatti, a distanza di duecento anni dalla morte non è affatto sbiadito e, anzi, vediamo crescere la curiosità di ragazze e ragazzi per il suo mondo, la sua scrittura e il suo essere stata per il proprio tempo una vera ribelle”.
L’ingresso è libero e gratuito, si suggerisce la partecipazione in costume d’epoca Regency.

L’autrice. Giovanna Zucca vive a Treviso e lavora come infermiera di sala operatoria e aiuto anestesista nell’ospedale della sua città. Nel 2011 ha esordito con Mani calde, vincendo il Premio Rhegium Julii Opera Prima 2012. Il suo secondo romanzo, Una carrozza per Winchester, ispirato alla vita di Jane Austen, ha ricevuto una menzione d’onore al Premio Merck Serono 2014. E’ quindi stata la volta di Guarda, c’è Platone in tv!, brillante attualizzazione dei filosofi antichi. Laureata in filosofia, collabora attivamente con il Centro di studi sull’etica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.