Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Doppio appuntamento nel segno dell'autobiografia

GIOVANNI COMISSO E LAURA EPHRIKIAN PROTAGONISTI AL SALOTTO MUSICALE

Edizione autunnale della rassegna tra Treviso e Belluno


TREVISO - La rassegna Salotto Musicale ritorna sulla scena culturale con la programmazione d'autunno, che consta di quattro appuntamenti a Treviso e tre a Belluno, a cura di Stefano Mazzoleni, direttore d'orchestra che ha ideato la rassegna sei anni fa con la collaborazione della giornalista Cristiana Sparvoli. L'apertura del calendario trevigiano rinnova la collaborazione con il Festival letterario CartaCarbone, che porterà nel capoluogo della Marca (12-15 ottobre) il meglio della scrittura autobiografica. Come già nell'edizione 2016, una produzione proposta dal Salotto Musicale è stata inserita nel denso programma del festival, organizzato dall'Associazione "Nina Vola". Giovedì 12 ottobre – ore 19.30 – nella Loggia dei Cavalieri (in caso di maltempo Palazzo dei Trecento) diventa spettacolo l'arte narrativa di Giovanni Comisso con "La mia casa di campagna", lettura scenica a tre voci, coro e immagini da un'idea di Gino Torresan. Ingresso a pagamento (biglietto unico 5,00 euro). L'excursus contiene immagini che rappresentano momenti della vita di campagna di Comisso, ma porta anche alla riscoperta di architetture minori tipiche del periodo e meritevoli di essere salvate dal degrado, presenti nelle province di Treviso, Padova e Venezia. Alle letture saranno associate anche immagini degli attrezzi legati ai mestieri dell'epoca: contadino, fabbro, calzolaio, mugnaio. Ognuno dei cinque momenti di lettura è preceduto da “cante” popolari dell’epoca, interpretate dal Coro di Stramare.
Sempre nel solco della narrazione autobiografica, sarà anche il secondo appuntamento del Salotto Musicale, ospitato dalla Libreria Lovat di Villorba, sabato 14 ottobre, alle 17, sempre con ingresso libero. La protagonista sarà Laura Ephrikian, attrice e scrittrice trevigiana che torna nella sua città per presentare il libro "Incontri", l'Africa l'altra metà di me. Racconti e ricordi di una vita straordinaria tra cinema, teatro, televisione e impegno sociale. La famiglia di origine armena, il padre Angelo noto violinista e direttore d'orchestra (così come il fratello Gianni), la scuola del Piccolo Teatro di Giorgio Strehler, l'approdo alla RAI degli anni Sessanta, gli sceneggiati televisivi, la conduzione di Canzonissima e del Festival di Sanremo, il cinema e poi il matrimonio con Gianni Morandi, conosciuto nel set di "In ginocchio da te", finito con la separazione nel 1979, i figli Marianna e Marco, la difficile ricerca di un'altra strada professionale, un nuovo compagno di vita e la Laura di oggi, che si divide tra Roma e il Kenia, offrendo il proprio sostegno ad un orfanotrofio che accoglie ottanta bambini .