Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Botter (Fiom): "Dopo anni difficili, nuovo slancio alla contrattazione"

ALLA SIPA TORNA IL PREMIO DI RISULTATO DOPO UN DECENNIO

Rinnovato l'integrativo per i 600 addetti dell'azienda vittoriese


VITTORIO VENETO - Nelle assemblee dei lavoratori di ieri passa a larghissima maggioranza l’ipotesi di accordo e così con il nuovo contratto aziendale torna anche il premio di risultato alla Sipa di Vittorio Veneto. Sono passati quasi dieci anni dall’ultima volta che i dipendenti dell’azienda del gruppo Zoppas, specializzata in produzione di macchinari per il soffiaggio e l’iniezione di bottiglie di plastica, hanno percepito il premio di risultato stabilito dall’accordo del 2005. Da allora anni di crisi economica, di bilanci in perdita e di riorganizzazioni aziendali. Un periodo nero dove le priorità sindacali sono state quelle di tutelare e mantenere il più possibile l’occupazione nel polo vittoriese.
Oggi la Sipa conta circa 600 dipendenti, per la maggior parte impiegati. Per loro, grazie alla contrattazione portata avanti dalle RSU aziendali e dalla FIOM CGIL di Treviso, ritorna il premio di risultato con valori massimi che possono arrivare ai 1.300 euro per il 2017, ai 1.400 euro per il 2018 e fino ai 1.500 euro lordi nel 2019. Il premio di risultato è agganciato a indicatori variabili e collettivi, già definiti dall’accordo, che interessano l’efficienza, la qualità e la redditività delle performance produttive. Le somme saranno erogate a giugno dell’anno successivo a quello di maturazione e interesseranno anche i lavoratori in somministrazione. I valori del premio potranno inoltre essere convertiti, unicamente su scelta esplicita del singolo lavoratore, in welfare o in flexible benefits.
“Il nostro tessuto produttivo sta vivendo una fase di lenta ripresa - ha spiegato Enrico Botter, segretario generale Fiom Cgil di Treviso -. Dopo anni di sofferenza, dentro un dialogo che deve essere orientato alle buone relazioni industriali, possiamo finalmente dare nuovo slancio alla contrattazione aziendale per migliorare le condizioni occupazionali e il reddito dei lavoratori”.