Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Botter (Fiom): "Dopo anni difficili, nuovo slancio alla contrattazione"

ALLA SIPA TORNA IL PREMIO DI RISULTATO DOPO UN DECENNIO

Rinnovato l'integrativo per i 600 addetti dell'azienda vittoriese


VITTORIO VENETO - Nelle assemblee dei lavoratori di ieri passa a larghissima maggioranza l’ipotesi di accordo e così con il nuovo contratto aziendale torna anche il premio di risultato alla Sipa di Vittorio Veneto. Sono passati quasi dieci anni dall’ultima volta che i dipendenti dell’azienda del gruppo Zoppas, specializzata in produzione di macchinari per il soffiaggio e l’iniezione di bottiglie di plastica, hanno percepito il premio di risultato stabilito dall’accordo del 2005. Da allora anni di crisi economica, di bilanci in perdita e di riorganizzazioni aziendali. Un periodo nero dove le priorità sindacali sono state quelle di tutelare e mantenere il più possibile l’occupazione nel polo vittoriese.
Oggi la Sipa conta circa 600 dipendenti, per la maggior parte impiegati. Per loro, grazie alla contrattazione portata avanti dalle RSU aziendali e dalla FIOM CGIL di Treviso, ritorna il premio di risultato con valori massimi che possono arrivare ai 1.300 euro per il 2017, ai 1.400 euro per il 2018 e fino ai 1.500 euro lordi nel 2019. Il premio di risultato è agganciato a indicatori variabili e collettivi, già definiti dall’accordo, che interessano l’efficienza, la qualità e la redditività delle performance produttive. Le somme saranno erogate a giugno dell’anno successivo a quello di maturazione e interesseranno anche i lavoratori in somministrazione. I valori del premio potranno inoltre essere convertiti, unicamente su scelta esplicita del singolo lavoratore, in welfare o in flexible benefits.
“Il nostro tessuto produttivo sta vivendo una fase di lenta ripresa - ha spiegato Enrico Botter, segretario generale Fiom Cgil di Treviso -. Dopo anni di sofferenza, dentro un dialogo che deve essere orientato alle buone relazioni industriali, possiamo finalmente dare nuovo slancio alla contrattazione aziendale per migliorare le condizioni occupazionali e il reddito dei lavoratori”.