Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il fondo pensione conta 53mila iscritti e 1,1 miliardi di euro gestiti

FRANCO LORENZON NUOVO PRESIDENTE DI SOLIDARIETÀ VENETO

L'ex leader della Cisl succede ad Andrea Tomat


MOGLIANO VENETO - Franco Lorenzon è il nuovo presidente di Solidarietà Veneto. E' stato eletto, insieme al consiglio di amministrazione e al collegio dei sindaci, in occasione dell'assemblea dei delegati del fondo pensione. Termina così il mandato presieduto da Andrea Tomat. Un triennio di successi, ripresi dall’imprenditore trevigiano nella sua relazione conclusiva: crescono gli associati (53.500 lavoratori e 7.000 aziende) e ancor più le masse gestite (1 miliardo e 150 milioni). Notevoli i passi realizzati nel periodo: sul fronte della diversificazione superano gli 80 milioni di euro gli investiti in economia reale. Ed è in questo ambito che Tomat annuncia l’ultimo traguardo della sua guida: l’investimento nel Fondo di private equity Alto Capital IV (9 milioni di euro). Uno strumento, quello promosso dall’Sgr Alto Partners, che annovera fra gli investitori, anche il Fei (Fondo Europeo degli Investimenti) e che punta allo sviluppo delle Pmi del nostro paese, con un focus speciale per quanto riguarda il Veneto, data l’esperienza specifica sviluppata in passato dalla società di gestione milanese.

Lorenzon vanta una lunga esperienza nel sindacato, cominciata nel 1977 da delegato del settore del legno, e conclusasi lo scorso marzo nel ruolo di segretario generale della Cisl di Belluno e Treviso. Nel suo curriculum la partecipazione attiva, dalla fine degli anni ’80, alla contrattazione aziendale sul la previdenza complementare che portò, nel 1990, alla fondazione del Fondo pensione territoriale. "Sarà un impegno importante, soprattutto dopo questi tre anni di successo – ha commentato a caldo il neo presidente – ma credo ci siano tutte le condizioni per proseguire in questo cammino di crescita anche grazie alla novità dell’adesione contrattuale nel mondo dell’artigianato e della legge regionale sul welfare".
Al suo fianco, nel ruolo di vicepresidente in rappresentanza delle imprese, Andrea Bolla, imprenditore veronese, oggi a capo di uno dei principali operatori indipendenti di vendita di energia elettrica e gas metano, già in Confindustria con incarichi di spicco. La nuova presidenza riceve un fondo in salute, insignito lo scorso anno anche dell’Ipe Awards quale “miglior fondo italiano”. E proprio la recente legge regionale sul welfare, una nuova norma che, prendendo spunto dall’esperienza del Trentino-Alto Adige, punta a declinare la protezione sociale in chiave di prossimità è stata al centro del dibattito della tavola rotonda “Il Welfare come strumento di sviluppo: il modello veneto”. Sono intervenuti Violetta Plotegher (assessore alla Previdenza del Trentino Alto Adige), Paolo Feltrin (università di Trieste), il senatore Giorgio Santini e Elena Donazzan (assessore regionale veneto all’Istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità) che, ad una settimana dal referendum sull’ “autonomia”, ha confermato il forte impegno della Regione nel proseguire nel percorso di definizione del modello di welfare locale, di cui Solidarietà Veneto sarà asse portante.