Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/317- CAMPI/27: IL GOLF CLUB ANTOGNOLLA

Nella verde Umbria alcune delle 18 buche più impegnative d'Italia


PERUGIA - Oggetto di piani molto ambiziosi, il Golf umbro Antognolla, con il suo resort, è destinato a diventare una perla del Golf in Italia. Avevo avuto il piacere di visitarlo molto tempo fa, era il 2011, e ancora ricordo la competizione cui ho partecipato in quell’ambiente, che nel...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il fondo pensione conta 53mila iscritti e 1,1 miliardi di euro gestiti

FRANCO LORENZON NUOVO PRESIDENTE DI SOLIDARIETÀ VENETO

L'ex leader della Cisl succede ad Andrea Tomat


MOGLIANO VENETO - Franco Lorenzon è il nuovo presidente di Solidarietà Veneto. E' stato eletto, insieme al consiglio di amministrazione e al collegio dei sindaci, in occasione dell'assemblea dei delegati del fondo pensione. Termina così il mandato presieduto da Andrea Tomat. Un triennio di successi, ripresi dall’imprenditore trevigiano nella sua relazione conclusiva: crescono gli associati (53.500 lavoratori e 7.000 aziende) e ancor più le masse gestite (1 miliardo e 150 milioni). Notevoli i passi realizzati nel periodo: sul fronte della diversificazione superano gli 80 milioni di euro gli investiti in economia reale. Ed è in questo ambito che Tomat annuncia l’ultimo traguardo della sua guida: l’investimento nel Fondo di private equity Alto Capital IV (9 milioni di euro). Uno strumento, quello promosso dall’Sgr Alto Partners, che annovera fra gli investitori, anche il Fei (Fondo Europeo degli Investimenti) e che punta allo sviluppo delle Pmi del nostro paese, con un focus speciale per quanto riguarda il Veneto, data l’esperienza specifica sviluppata in passato dalla società di gestione milanese.

Lorenzon vanta una lunga esperienza nel sindacato, cominciata nel 1977 da delegato del settore del legno, e conclusasi lo scorso marzo nel ruolo di segretario generale della Cisl di Belluno e Treviso. Nel suo curriculum la partecipazione attiva, dalla fine degli anni ’80, alla contrattazione aziendale sul la previdenza complementare che portò, nel 1990, alla fondazione del Fondo pensione territoriale. "Sarà un impegno importante, soprattutto dopo questi tre anni di successo – ha commentato a caldo il neo presidente – ma credo ci siano tutte le condizioni per proseguire in questo cammino di crescita anche grazie alla novità dell’adesione contrattuale nel mondo dell’artigianato e della legge regionale sul welfare".
Al suo fianco, nel ruolo di vicepresidente in rappresentanza delle imprese, Andrea Bolla, imprenditore veronese, oggi a capo di uno dei principali operatori indipendenti di vendita di energia elettrica e gas metano, già in Confindustria con incarichi di spicco. La nuova presidenza riceve un fondo in salute, insignito lo scorso anno anche dell’Ipe Awards quale “miglior fondo italiano”. E proprio la recente legge regionale sul welfare, una nuova norma che, prendendo spunto dall’esperienza del Trentino-Alto Adige, punta a declinare la protezione sociale in chiave di prossimità è stata al centro del dibattito della tavola rotonda “Il Welfare come strumento di sviluppo: il modello veneto”. Sono intervenuti Violetta Plotegher (assessore alla Previdenza del Trentino Alto Adige), Paolo Feltrin (università di Trieste), il senatore Giorgio Santini e Elena Donazzan (assessore regionale veneto all’Istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità) che, ad una settimana dal referendum sull’ “autonomia”, ha confermato il forte impegno della Regione nel proseguire nel percorso di definizione del modello di welfare locale, di cui Solidarietà Veneto sarà asse portante.