Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/211: PATRICK REED INDOSSA LA GIACCA VERDE

Lo statunitense vince l'82° Masters di Augusta


TREVISO - È l’edizione ottantadue del Masters, che data 1930; uno dei quattro maggiori campionati del Golf. Si tiene all'Augusta National, in Georgia, il Paradiso del Golf. Un Campo molto particolare, bello e difficile, massimamente rappresentato da” Amen Corner”, il tratto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/210: A CA' DELLA NAVE BUON COMPLEANNO MAL

Gara (e festa) con protagonista il cantante dei Primitives


MARTELLAGO - A festeggiare la sua data di nascita avvenuta da qualche giorno, Mal (al secolo Paul Bradley Couling), il 28 marzo ha sponsorizzato una gara di Golf a Cà della Nave. Voleva festeggiare il suo compleanno in un Campo da Golf. La scelta del 28, a Cà della Nave, è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/209: AL VIA IL CHALLENGE 2018 DELL'AIGG

A Roma debutta la stagione dei giornalisti golfisti


ROMA - Il debutto del challenge AIGG ha ormai una sede consolidata: la prima gara dell’anno si gioca al Marco Simone Golf and Country Club, a Guidonia, nell’ospitalità raffinata di Lavinia Biagiotti Cigna. Lavinia è la deliziosa figlia di Laura Biagiotti, la grande donna...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato e domenica la sfida per la ricetta pił buona

AL VIA LA PRIMA COPPA DEL MONDO DEL TIRAMISŁ

750 iscritti anche da Giappone, India e Sud America


TREVISO - Si apre il week-end del “Tiramisù World Cup”. Arrivano da tutto il mondo i pasticceri non-professionisti che sabato 4 e domenica 5 novembre si sfideranno per conquistare la prima coppa dedicata al celebre e amato dolce trevigiano. 720 i partecipanti iscritti alla competizione, provenienti addirittura dal Giappone, dall’India, dal Sud America, ma anche da paesi europei come la Polonia, l'Austria e la Francia. E naturalmente da ogni angolo d'Italia. Ciascuno pronto a dimostrare che il suo è il tiramisù più buono del mondo.
Alcuni di loro hanno già ritirato il kit per la preparazione del dolce e sono già stati istruiti sul funzionamento della gara: alle selezioni di sabato, in quattro sessioni (alle 10,00, alle 12,00, alle 14,00, alle 16,00) si terranno due batterie (ricetta creativa e ricetta originale) in ogni location della provincia di Treviso. Le sfide del sabato saranno ospitate al Castello di Roncade, alla Rotonda di Badoere, in Villa Emo a Vedelago, nel centro creativo di Casale sul Sile, al BHR di Quinto di Treviso e la Tenuta Astoria a Refrontolo. Accederanno alle semifinali di domenica mattina (orari alle 9,30 e alle 11,30) solo in 48, anche questa volta divisi fra ricetta originale e ricetta creativa. Dalle 14,30, la finalissima presso la Loggia dei Cavalieri presentata da Moreno Morello, che annuncerà il “Campione del Mondo di Tiramisù”.

Ai nostri microfoni Debora Oliosi, fondatrice di Twissen, società ideatrice della Coppa del Mondo del Tiramisù, e Luciano Franchin, assessore alla cultura e al turismo di Treviso, comune capofila del progetto “Sile, Oasi d’Acque e di Sapori”.
La “Coppa del Mondo di Tiramisù” è l’atto conclusivo del “SileFest 2017”, la rassegna nata dal progetto “Sile, Oasi d’Acque e di Sapori”, frutto dell’omonima convenzione tra Enti Pubblici che vede riuniti dal 2014 i nove comuni rivieraschi: oltre a Treviso, capofila, Casale sul Sile, Casier, Istrana, Morgano, Quinto di Treviso, Roncade, Silea, Vedelago e l’Ente Parco del Sile.

Luciano Franchin, assessore alla cultura e al turismo di treviso, comune capofila del progetto “Sile, Oasi d’Acque e di Sapori”.
Chiunque potrà assistere alle gare (le location sono state scelte proprio per permettere al pubblico di seguire l’evento dal vivo e fare il tifo per i propri amici e parenti), ma senza interferire con il lavoro degli chef e con i giudici designati.

Coppa del Mondo di Tiramisù 2017, i numeri.
28.000 savoiardi (Matilde Vicenzi), 28 kg di caffè (Hausbrandt), l’equivalente di 11.368 uova (Le Naturelle), 400 kg di mascarpone (Lattebusche), 750 kg di cacao (Zaini), 1.000 piatti (Tognana) con il brand “tiramisù”, 500 rotoli di carta (Lucart), 4.000 cucchiaini per i giurati (PoloPlast).

Coppa del Mondo di Tiramisù 2017, le curiosità.
L’intero progetto coinvolge 100 studenti dell’Istituto Lepido Rocco.
Contarina, che si occupa dei servizi ambientali in provincia di Treviso, ha organizzato 45 isole ecologiche.
Dolcefreddo Moralberti porta la propria esperienza internazionale, in quanto il proprio tiramisù con la ricetta tradizionale trevigiana viene degustato nei ristoranti di tutto il mondo.
Per l’evento, è stata realizzata la bottiglia ufficiale di Spumante Italiano dal partner Astoria che porterà con sé la ricetta del dessert in 80 Paesi.
I cappelli da chef (EgoChef) sono stati prodotti nello stabilimento di Crocetta del Montello.
Più di 1/3 della Giuria è di FIPE Treviso (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).
Le location appartengono alla OGD (Organizzazione di Gestione della Destinazione Turistica) denominata “Città d'arte e ville venete del territorio trevigiano”.

Tutte le aziende coinvolte hanno almeno una unità operativa nel territorio della CCIAA di Treviso e Belluno.
Sarà possibile acquistare in diverse location le famose bambole Pigotte dell’UNICEF, oltre che donare con SMS o con chiamata da rete fissa al 45566. Alle 15,30 e alle 17,00 al BHR Hotel Treviso si svolgeranno due laboratori UNICEF per 15 bambini per turno.
Il Dipartimento Jean Monnet di Locarno (Svizzera) condurrà una analisi dell’impatto della Tiramisù World Cup sull’economia locale.
In ogni location ci sarà il Tiramisù Bar dove poter degustare il tiramisù approvato da Roberto “Loli” Linguanotto, chef storico del Risorante “Le Beccherie”.