Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Verrą calcolato l'impatto del ciclo di vita dei prodotti

SIPA, ACCORDO GREEN CON IL MINISTERO DELL'AMBIENTE

L'azienda vittoriese si impegna a ridurre emissioni


VITTORIO VENETO - Nella prima giornata di “Ecomondo”, la più grande fiera italiana dedicata alla green & circular economy, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e Gianfranco Zoppas, Presidente di Zoppas Industries, hanno sottoscritto un accordo per la riduzione delle emissioni e il miglioramento dell’efficienza energetica di Sipa SpA, azienda leader nella progettazione e realizzazione di sistemi per la produzione e l'engineering di stampi e contenitori in Pet (polietilene tereftalato, il materiale plastico più utilizzato per la produzione di recipienti alimentari e non). L’intesa nasce dalla recente introduzione in Sipa di Xtreme Renew, il primo sistema al mondo a ciclo unico per la produzione di preforme con plastica di qualità vergine contenenti il 100% di Pet riciclato, dando vita ad una perfetta circolarità, con l’obiettivo futuro di essere estesa a tutti i processi produttivi aziendali.
L’accordo, e il conseguente programma di lavoro, hanno la finalità di analizzare e valorizzare la sostenibilità di Sipa: l'industria vittoriese è la prima del proprio settore a impegnarsi in un progetto completo e coerente per la riduzione dell’impronta ambientale, indicatore complesso che comprende specifiche caratteristiche di prodotti e processi, tra cui le emissioni di gas serra, il consumo idrico, il consumo di energia e di altre risorse. Per l’elaborazione di questo progetto, Sipa si è avvalsa del supporto tecnico di eAmbiente, società di consulenza specializzata in tematiche ambientali guidato da Gabriella Chiellino.
Il piano di lavoro partirà dal calcolo dell’impronta per individuare interventi e azioni volti alla diminuzione delle emissioni e al risparmio energetico nelle diverse fasi del ciclo di vita dei prodotti e dell’impianto di produzione. A questi si aggiungeranno eventuali azioni di compensazione delle emissioni di gas a effetto serra che non sia stato possibile abbattere e la comunicazione trasparente dei risultati.
"Siamo onorati di avere al nostro fianco il ministro Gian Luca Galletti in un percorso che ci porterà a ridurre le emissioni e a migliorare la nostra efficienza energetica, in ottemperanza ai principi espressi nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e nell’Accordo di Parigi - ha commentato Gianfranco Zoppas, presidente di Zoppas Industries -. Si tratta di una conferma del nostro impegno per coniugare sostenibilità ambientale e sviluppo economico: siamo fermamente convinti che anche le imprese possono contribuire a consegnare un mondo migliore alle future generazioni ed è anche per questo che abbiamo messo a punto un sistema come Xtreme Renew che permette di mettere in atto i principi dell’economia circolare: realizzare prodotti finiti grazie alla possibilità di raccogliere e rigenerare il materiale di scarto evitando la sua dispersione nell’ambiente".
Sipa impiega più di 1.100 persone, nel 2017, il fatturato previsto dovrebbe raggiungere i 230 milioni, in forte incremento rispetto all’esercizio precedente. Con sede in Italia, l'azienda può contare su 17 filiali di vendita, 5 stabilimenti produttivi (tre siti in Italia, uno in Romania e uno in Cina) e 30 centri di servizio post vendita per la fornitura di supporto tecnico e parti di ricambio. Ha installato 7.200 sistemi in 147 diversi Paesi e conta 2.600 clienti in tutto il mondo. La percentuale di export è di oltre il 95%.