Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'imprenditore: "Meno burocrazia e politica lungimirante"

RENZI NELLA MARCA SI CONCENTRA SULLE IMPRESE

La visita del premier alla Texa di Monastier


MONASTIER - Nella Marca, Matteo Renzi si concentra sulle imprese. La tappa trevigiana del tour in treno per l'Italia del segretario Pd è stata incentrata sulla visita alla Texa, multinazionale tascabile di Monastier specializzata in sistemi di diagnostica per motori e apparecchiature per il settore auto. Il leader Dem ha così voluto mantenere la promessa, dopo che, alla precedente venuta nella Marca, un anno fa, da presidente del Consiglio, aveva annullato all'ultimo l'appuntamento in azienda a causa del ritardo del volo aereo.
Davanti alla stazione ferroviaria di Treviso alcuni soci delle ex banche popolari venete hanno manifestato le difficoltà dei piccoli risparmiatori azzerati. Un messaggio che Renzi e i dirigenti del partito non potranno ignorare. Accompagnato dal fondatore e presidente Bruno Vianello, il segretario del Pd ha visitato la sede Texa: i reparti produttivi, i laboratori dove vengono sperimentati nuovi apparecchi, le aree relax per i lavoratori, il giardino pensile. Ha scherzato con alcuni allievi dell'istituto professionale di San Stino di Livenza, che stavano partecipando ad uno dei tanti corsi organizzati da Texa per docenti e studenti. Si è informato sui mercati di riferimento, sulle prospettive future, soprattutto delle necessità dell'imprenditore per un'ulteriore crescita.
Bruno Vianello ha ribadito la necessità di minor pressione fiscale, una burocrazia più efficiente, ma soprattutto di una politica industriale più lungimirante. L'ex primo ministro, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti, ha chiesto a Vianello dove pensa sarà la sua azienda tra dieci anni, l'imprenditore ha sottolineato la scelta di puntare sullo sviluppo dei motori elettrici, ribadendo come Texa investa circa il 15% del suo fatturato in ricerca e sviluppo e non abbia mai delocalizzato le sue produzioni.
Con Renzi, tutto lo stato maggiore del Pd Veneto. A partire dal sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta. E poi i parlamentari Ettore Rosato, Laura Puppato, Simonetta Rubinato, Sara Moretto, il consigliere regionale Alessandra Moretti, il prefetto Laura Lega. Per Rubinato i vertici del Pd devono saper cogliere meglio le istanze del Veneto. Presenti anche vari sindaci della zona, guidati da Giovanni Manildo, primo cittadino di Treviso
Dopo circa un'ora Renzi è ripartito in auto alla volta di Porto Marghera e Mestre, dove salirà in treno per concludere la giornata a Padova.

Galleria fotograficaGalleria fotografica