Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'opereazione eseguita dall'equipe di Cardiologia

INTERVENTO CHIRURGICO INNOVATIVO A CONEGLIANO

Riaperta l'aorta di un'anziana paziente


CONEGLIANO - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale di Conegliano, diretta dal dottor Roberto Mantovan, ha eseguito nei giorni scorsi un intervento di valvuloplastica aortica percutanea, utilizzando un approccio innovativo.  "La valvuloplastica aortica - spiega il primario - è un intervento che si rende necessario nei casi di stenosi aortica severa, una malattia degenerativa della valvola aortica sempre più frequente nella popolazione anziana, che causa un grave peggioramento della qualità di vita e un elevato rischio di scompenso cardiaco, talora irreversibile".
"La valvuloplastica permette di dilatare la valvola - ribadisce il medico -, senza la necessità di un intervento chirurgico a cuore aperto, ma semplicemente attraverso la puntura di un’arteria, attraverso la quale un pallone miniaturizzato viene portato fino al cuore e gonfiato per aprire la valvola stenotica. L’arteria usata è generalmente l’arteria femorale, per le sue grosse dimensioni e la facilità di puntura: questo approccio porta con sé un elevato rischio di emorragia e un lungo tempo di allettamento successivo alla procedura".
Per ridurre tali rischi, considerando l’età avanzata della paziente e la necessità di assumere una terapia anticoagulante orale, i cardiologi di Conegliano hanno eseguito l’intervento in anestesia locale, utilizzando l’arteria radiale, punta a livello del polso, in modo da evitare rischi di sanguinamento. La paziente è stata messa in poltrona già poche ore dopo l’intervento, ha potuto riprendere a breve la consueta terapia. Questo approccio, inoltre permette una dimissione precoce e un rapido rientro alla vita normale. La procedura è stata eseguita dal dottor Andrea Pavei e dal dottor Gerlando Preti, con l’ausilio dell’équipe infermieristica e dei colleghi della Rianimazione. L’ottima riuscita dell’intervento – conclude Mantovan - consente di prevedere notevoli vantaggi per tutti i pazienti che, in futuro avranno bisogno di questo tipo di procedura”.