Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/250: DECHAMBEAU RE DEL DESERT CLASSIC

Matteo Manassero invitato al Saudi International


DUBAI - Compiuto l’Abu Dhabi Championship la scorsa settimana, l’European Tour rimane negli Emirati Arabi Uniti. Si disputa ora il Dubai Desert Classic, sul percorso par settantadue dell’Emirates Golf Club. Alla celebrazione dei trent’anni, partecipano Edoardo Molinari,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'opereazione eseguita dall'equipe di Cardiologia

INTERVENTO CHIRURGICO INNOVATIVO A CONEGLIANO

Riaperta l'aorta di un'anziana paziente


CONEGLIANO - L’unità operativa di Cardiologia dell’ospedale di Conegliano, diretta dal dottor Roberto Mantovan, ha eseguito nei giorni scorsi un intervento di valvuloplastica aortica percutanea, utilizzando un approccio innovativo.  "La valvuloplastica aortica - spiega il primario - è un intervento che si rende necessario nei casi di stenosi aortica severa, una malattia degenerativa della valvola aortica sempre più frequente nella popolazione anziana, che causa un grave peggioramento della qualità di vita e un elevato rischio di scompenso cardiaco, talora irreversibile".
"La valvuloplastica permette di dilatare la valvola - ribadisce il medico -, senza la necessità di un intervento chirurgico a cuore aperto, ma semplicemente attraverso la puntura di un’arteria, attraverso la quale un pallone miniaturizzato viene portato fino al cuore e gonfiato per aprire la valvola stenotica. L’arteria usata è generalmente l’arteria femorale, per le sue grosse dimensioni e la facilità di puntura: questo approccio porta con sé un elevato rischio di emorragia e un lungo tempo di allettamento successivo alla procedura".
Per ridurre tali rischi, considerando l’età avanzata della paziente e la necessità di assumere una terapia anticoagulante orale, i cardiologi di Conegliano hanno eseguito l’intervento in anestesia locale, utilizzando l’arteria radiale, punta a livello del polso, in modo da evitare rischi di sanguinamento. La paziente è stata messa in poltrona già poche ore dopo l’intervento, ha potuto riprendere a breve la consueta terapia. Questo approccio, inoltre permette una dimissione precoce e un rapido rientro alla vita normale. La procedura è stata eseguita dal dottor Andrea Pavei e dal dottor Gerlando Preti, con l’ausilio dell’équipe infermieristica e dei colleghi della Rianimazione. L’ottima riuscita dell’intervento – conclude Mantovan - consente di prevedere notevoli vantaggi per tutti i pazienti che, in futuro avranno bisogno di questo tipo di procedura”.