Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rosolen (Cna): "Adempimento inutile e costoso"

I NUOVI COLLEGI SINDACALI COSTERANNO 18 MILIONI ALLE SRL TREVIGIANE

L'organo diventa obbligatorio per altre 3mila imprese


TREVISO - La Cna esprime profonda preoccupazione per l’estensione dell’obbligo di nominare il collegio sindacale alle piccole società a responsabilità limitata. Un nuovo obbligo che in provincia di Treviso si scaricherà su circa 3 mila imprese (175 mila a livello nazionale) e comporterà una spesa stimata complessivamente intorno ai 18 milioni di euro l’anno (superiore al miliardo a livello nazionale), 6 mila euro l’anno a impresa.
"Non si riesce a comprendere – sottolinea Giuliano Rosolen, direttore della Cna territoriale di Treviso – la reale utilità di questo nuovo carico burocratico. A chi arrecherà vantaggi? Nelle piccole società, in stragrande maggioranza a carattere familiare, non esistono soci di minoranza da tutelare. Quanto agli stakeholder, i rapporti con dipendenti, fornitori e clienti si fondano soprattutto sulla reciproca fiducia personale. Le banche? Chiedono quasi sempre titoli di garanzia per la concessione di prestiti e fidi, non si basano sui bilanci, anche se vistati dal collegio sindacale. Un adempimento inutile e costoso, insomma, che va abrogato".
Il provvedimento normativo coinvolge le Srl che rientrino anche in uno solo dei seguenti parametri: stato patrimoniale superiore ai due milioni (ora fissato in 4,4 milioni), ricavi da vendite e prestazioni pari a due milioni (ora 8,8 milioni) e, infine, dieci dipendenti (ora 50). Le Srl trevigiane registrate in Camera di Commercio sono 21.294, di cui attive 16.494. Di queste, il 15% sono imprese condotte da donne, il 5% da giovani e il 5% da stranieri. Quelle interessate dall’obbligo di introduzione del collegio sindacale sarebbero oltre tremila. Un numero consistente sulla quali graverebbe un inutile balzello di 6 mila euro l’anno.
"Chiediamo che anche i parlamentari trevigiani - conclude Rosolen - si attivino affinché il Parlamento abroghi l’ennesimo adempimento amministrativo fine a se stesso prima che venga attuata la riforma della legge fallimentare che lo contiene".