Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La senatrice trevigiana presenta un'interrogazione al ministro

"PORTARE A TEMINE I PROCESSI SULLE BANCHE VENETE"

Monito di Laura Puppato per evitare la prescrizione


ROMA - "Quali strumenti intenda mettere in campo, data la straordinarietà della questione, per evitare che i processi contro gli ex-vertici delle popolari venete fallite cadano in prescrizione, evento che renderebbe vano lo sforzo in corso di Governo e Parlamento per garantire tutela ai risparmiatori”. È questa la richiesta rivolta al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in un’interrogazione firmata dalla senatrice Laura Puppato e sottoscritta dai colleghi Santini e Filippin.
“Lo slittamento della azioni di responsabilità a maggio 2018, necessarie per risarcire almeno in parte i risparmiatori, pur essendo una questione tecnica, creano allarme perché attorno alla vicenda non devono esserci ulteriori ritardi, oltre a quelli a cui abbiamo assistito per l’inizio dei processi - spiega Puppato - ne va della fiducia, già debole, dei cittadini nelle istituzioni e nella possibilità di avere giustizia e risarcimento per il danno subito da chi ha diretto per anni le banche, con la compiacenza della maggioranza politica veneta”.
“Il Governo - conclude la parlamentare trevigiana - ha adottato provvedimenti straordinari per salvaguardare conti corrente, operatività delle banche e migliaia di posti di lavoro, ma bisogna riuscire in uno sforzo importante anche in questo campo, per garantire la conclusione dei processi".