Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

8 spettacoli tra Asolo, Caerano San Marco e Crespano del Grappa

TEATRO: AL VIA LA 6A EDIZIONE DI CENTORIZZONTI

Si inizia il 2 dicembre con "Mio Eroe" di Giuliana Musso


ASOLO - Centorizzonti “diTeatro”, ovvero sguardi diversi e originali su un universo, quello del teatro, che è prima di tutto arte e terreno di produzione culturale: a partire da sabato 2 dicembre 2017 e fino al 24 marzo 2018 il programma della VI edizione del progetto culturale dell’omonima rete di 15 Comuni di una geografia culturale estesa dalle basse terre feltrine alle colline ai piedi del Monte Grappa, dall’Asolano fino alla pianura castellana, condiviso con la Regione Veneto, darà vita ad un programma di otto spettacoli di altissimo livello in tre luoghi nati per il teatro, il Teatro Duse di Asolo, il Teatro Maffioli di Caerano San Marco (nel quale avrà inizio la rassegna) e il Teatro Ex Collegio Santa Maria Bambina di Crespano del Grappa.

“La nostra intenzione – spiega Cristina Palumbo di Echidna Paesaggio Culturale, direttrice artistica di Centorizzonti – è far emergere testi, interpreti e temi che guardano al teatro in modo molto diverso, ognuno con un approccio originale, valorizzandone la valenza artistica. Perché il teatro è arte e produzione culturale, non comunicazione e visibilità”. Da questa volontà è scaturita un’attenta ricerca delle proposte contemporanee, a cui è seguita la selezione di otto lavori, ognuno testimone di un modo differente di concepire e di fare il teatro oggi.

Si inizierà sabato 2 dicembre al Teatro Maffioli di Caerano San Marco, dove, dopo il brindisi conviviale delle 19.00 che darà ufficialmente il via a Centorizzonti “diTeatro”, alle 21.00 Giuliana Musso porterà in scena “Mio eroe”, di cui è autrice, regista e interprete. Vincitore del Premio Cassino Off 2017, il monologo si sviluppa attorno al tema della guerra contemporanea e il soggetto è ispirato alla biografia di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan tra il 2001 e il 2014, dando voce alle loro madri. Nell’alveo di racconti intimi, a tratti lievi e a tratti drammatici, prende forza la riflessione etica e politica: le madri si interrogano sulla logica della guerra, sull’origine della violenza come sistema di soluzione dei conflitti, sul mito dell’eroe e sulla sacralità della vita.

Il secondo appuntamento sarà sabato 13 gennaio alle 21.00, ad Asolo, al Teatro Duse, con “Carta canta” di Ennio Marchetto, artista veneziano tra i più noti in Italia e all’estero per le sue abilità di trasformismo e per la sua caratteristica unica di usare costumi di carta per far rivivere personaggi dello spettacolo e dello show business in maniera sorprendente. I personaggi si svelano in scena, in un intreccio di musica, teatro e creatività, dando vita ad uno spettacolo adatto tanto agli adulti quanto ai bambini (dai 7 anni).

Nuovamente “eroi” loro malgrado, sabato 27 gennaio 2018 alle 21.00 al Teatro Maffioli di Caerano di San Marco, con Andrea Scanzi e il suo “Eroi. Storie emblematiche di sport”: gli eroi raccontati dall’attore toscano sono però quelli del mondo sportivo, al quale il territorio montebellunese e il distretto dello sportsystem sono legati da una lunga tradizione, e le loro sono storie di vittorie e redenzione ma anche di dissipazione e sconfitta.

Si proseguirà domenica 4 febbraio alle 16.00, ancora al Teatro Maffioli di Caerano di San Marco, con un’altra proposta dedicata ad un pubblico eterogeneo, sin dai 6 anni, “Picablo” di Tam Teatromusica, con Flavia Bussolotto e Alessandro Martinello e la regia di Michele Sambin. Spettacolo fantasmagorico, sviluppa alcuni aspetti della vita e della personalità di Pablo Picasso seguendo il ritmo delle immagini pittoriche. La scena si apre con un Picasso vecchio, che dal suo studio ci guarda, ma lentamente si andrà indietro nel tempo fino a tornare bambino: un racconto di poche parole, che si costruisce in scena attraverso le azioni dei performer.

Sabato 10 febbraio nuovamente a Caerano di San Marco, al Teatro Maffioli, per assistere alle 21.00 a “Il giardino delle ciliegie” delle Nina’s Drags Queen, riscrittura de “Il giardino di ciliegi” di Cechov. Il giardino dei ciliegi è la terra dell’infanzia, del sogno ad occhi aperti, l’orizzonte di ciò che è ancora possibile. Ad abitarlo, donne, anzi creature, in attesa della fine: interpreti di questo spettacolo sono infatti sei uomini che vestono vistosi panni femminili, portando in scena con grande serietà e cura uno spettacolo leggero e arguto.
Proprio ne “Il giardino dei ciliegi”, nel 1971 a soli sedici anni, esordì Monica Guerritore, firma ed interprete sabato 24 febbraio 2018 alle 21.00 al Teatro Duse di Asolo di “Dall’inferno all’infinito”: l’attrice atraverso la sua capacità espressiva ci guiderà in un viaggio alla riscoperta della forza iniziale delle parole, unendo testi tra loro apparentemente inconciliabili, dall'Inferno di Dante a Flaubert a Leopardi, passando per citazioni di Pasolini, Proust, Cesare Pavese ed Elsa Morante. È un invito a buttarsi a capo fitto nelle esperienze, a non rimanere ancorati alle proprie cose, a scoprire anche i mondi che non esistono e che vivono solo nella fantasia, trovando il coraggio, o forse la pazzia, di andare oltre la realtà.

Ancora al Teatro Duse, domenica 4 marzo 2018 alle 18.00, per assistere a “Da questa parte del mare” con Giuseppe Cederna, tratto dal libro della vita di Gianmaria Testa. Cavalcando una sedia, sedendovisi di lato, mettendo i piedi in una pozzanghera-mare al centro della quale un sasso-scoglio indica Lampedusa, l'attore ci accompagnerà dentro un preciso sguardo, a guardare in faccia il senso del migrare, contrapposto all'esperienza che noi viviamo da viaggiatori, percorrendo il mare nostrum in direzione opposta.

Chiuderà il programma sabato 24 marzo alle 21.00 al Teatro Ex Collegio Santa Maria Bambina di Crespano del Grappa “Un sacchetto d’amore. Ovvero i sentimenti ai tempi dello shopping compulsivo” di e con Antonella Questa, che con la consueta ironia ci condurrà alla riflessione su un mondo in cui si deve avere per affermarsi, dove tutto è a portata di mano fuorché i rapporti autentici.

E’ ora in corso, fino a sabato 2 dicembre, la campagna abbonamenti che prevede 7 spettacoli a euro 90,00 (ridotto euro 80,00).
Prevendita biglietti: ogni sabato precedente lo spettacolo dalle 10,30 alle 12,30 a Villa Benzi Zecchini, a Caerano di San Marco
Vendita biglietti: un’ora prima dello spettacolo nel teatro di svolgimento.