Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le navette non attraverseranno più il Put: vantaggi per traffico e smog

DA GENNAIO LA RIVOLUZIONE DEI BUS PER GLI STUDENTI

Chi arriva da fuori cambierà in una nuova "stazione" alle Stiore


TREVISO - Uno su quattro degli studenti che ogni giorno raggiungono Treviso in corriera da varie località della provincia è diretto agli istituti di viale Europa. Dai prossimi mesi i circa 700 ragazzi interessati non saranno più costretti ad attraversare il centro della città fino alla stazione ferroviaria per prendere gli autobus urbani diretti alla propria scuola. Dal prossimo gennaio un nuovo polo di interscambio consentirà di "cambiare" in zona Madonnina - Stiore, molto più vicino al punto di arrivo e senza gravare sulla viabilità del cuore della città.
Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Comune e Mom, l'azienda unica del trasporto pubblico locale. Nell’area, che sarà predisposta ad ospitare almeno 3-4 mezzi contemporaneamente, faranno fermata le quattro linee in arrivo dalla Noalese, ovvero le linee 6, 101, 102, 103, le quattro linee provenienti dalla via Castellana: la 11, 106, 107, 181, e infine le linee provenienti dalla Feltrina: 21, 110, 112, 113 e 114, per un totale di trenta corse interessate.
Verrà istituita una corsia preferenziale riservata a bus, taxi e cicli in viale XXIV maggio (direzione centro città) per ridurre i tempi di percorrenza dovuti al transito per l’hub e verrà consentita la svolta a sinistra all’intersezione con il semaforo di Piazzale Pistoia, per i veicoli prevenienti dalla bretella della Madonnina, in direzione viale Europa. I lavori verranno realizzati dal settore lavori pubblici per un costo totale di 3mila euro.
In fase di ultimazione anche il progetto della stazioncina di Santi Quaranta: l’amministrazione comunale è in attesa di dettagli da parte di Ferrovie dello Stato.

"Per capire cosa questa rivoluzione significhi in termini di miglioramento della viabilità e dell’efficienza del servizio - sottolinea Giacomo Colladon, presidente Mobilità di Marca -, basti dire che attualmente sono quasi 15 le navette che dalla stazione ferroviaria e da zona stadio ogni mattina partono per arrivare a viale Europa percorrendo circa 12mila chilometri in un anno scolastico e andando a creare importanti disagi alla viabilità del PUT in orario di punta. Con le navette dirette, che saranno 7, la percorrenza si ridurrà a 3mila chilometri l’anno, con un beneficio indubbio in termini di emissioni. Inoltre, parliamo di miglioramento del servizio alla clientela che porterà una riduzione dei tempi casa-scuola fino a 20 minuti".
La complessa macchina organizzativa che comporta la modifica del piano di esercizio è pronta, per la partenza si attende la realizzazione delle opere di segnaletica e l’emissione delle relative ordinanze da parte del Comune. Contemporaneamente si realizzerà l’informazione capillare nelle scuole come già avvenuto un anno fa quando 1.200 studenti abbonati Mom hanno avuto la possibilità di utilizzare i treni per il polo scolastico di Lancenigo. Cogliamo l’occasione – aggiunge Colladon – di annunciare che l’accordo Mom-Trenitalia, visto il successo, è stato prolungato fino al 2023”.

La giunta municipale ha firmato la relativa delibera: "Una proposta quella avanzata da Mom, su sollecitazione dell’amministrazione comunale - afferma l'assessore Alessandra Gazzola -, che consentirà agli studenti, a una buona parte dei 4mila che ogni giorno si recano in viale Europa, di poter cambiare l’autobus direttamente alla Madonnina senza dover arrivare in stazione e da lì percorrere tutto il Put. Lo stazionamento e il passaggio dei bus nei pressi della stazione ferroviaria, dove i ragazzi si trovano ammassati in un’area di ridotte dimensioni ed interessata da un intenso traffico veicolare rischiano di diventare pericolosi. Altro aspetto, ancor più interessante, è quello legato alla viabilità: in questo modo evitiamo che, per coprire il servizio, una trentina di corse attraversino l’anello cittadino. Si tratta di un alleggerimento notevole del traffico nell’orario di punta che va dalle 7.15 alle 8.15".
"Si va componendo un mosaico virtuoso che vedrà il completamento con l’attivazione, nei primi mesi 2018, della stazione Santi Quaranta - nota Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, socio di riferimento della società di trasporto . Un disegno della mobilità in linea con le indicazioni della Regione Veneto per l’integrazione tra sistemi di trasporto e per il biglietto unico, che fa dell’azienda trevigiana una apripista all’avanguardia in questo ambito".