Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il testo dell'attesa normativa in discussione in Senato

PUPPATO: "SUL BIOTESTAMENTO UNA BUONA LEGGE"

"Promuve i diritti e la consapevolezza sul fine vita"


ROMA - "Il disegno di legge all'esame dell'Aula del Senato, ha il pregio della chiarezza perché è stato ben scritto, è un testo che promuove la cultura delle Disposizioni Anticipate di Trattamento come pratica culturale e sociale, a partire dal principio che la medicina non cura la malattia, ma la persona ammalata. Ciascuno di noi è invitato a riflettere su se stesso, sulle cure mediche e sull'eventualità di non potersi più esprimere in materia, sulla relazione medico-paziente e anche sul come essere accompagnati verso la fine della vita. Le Dat hanno infatti il compito molto delicato e complesso di rendere ancora possibile un rapporto personale tra medico e paziente, proprio in quelle situazioni estreme in cui non sembra poter sussistere alcun legame tra la solitudine di chi non può esprimersi e la solitudine di chi deve decidere. Sono parole del Comitato nazionale di Bioetica del 2003 che mi sembrano molto attuali". Lo dice la senatrice del Pd Laura Puppato, che ha parlato nell'aula del Senato sul biotestamento.
"Al contrario di quanto è stato detto dentro e fuori dall'Aula - prosegue la parlamentare trevigiana - questo ddl riesce anche ad evitare il rischio dell'obsolescenza delle Dat, individuando nel medico il professionista che può disattendere le dichiarazioni, qualora appaiano incongrue rispetto alla condizione clinica e all'evoluzione sanitaria e scientifica. Per dirla con Reichlin 'i diritti senza la cura sono vuoti, la cura senza diritti è cieca': un principio rispettato in pieno da questa legge di grande civiltà. Inoltre è' un opportunità non un obbligo e anche chi oggi la critica, domani potrebbe trarne motivo di serenità".