Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/258: GUIDO MIGLIOZZI ESULTA AL KENYA OPEN

Primo successo sull'European Tour del 22enne vicentino


NAIROBI (KENYA) - Dopo aver seguito le prodezze di Francesco Molinari in Florida impegnato nel Players Championship, trasferiamoci ora in Kenya, a seguire la destrezza degli azzurri impegnati nel Magical Kenya Open del Tour europeo, sul percorso del Karen CC a Nairobi.Degli azzurri, a scendere in...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Nardi invierà l'immagine per gli auguri del Comune

A CENTO ANNI DALLA GRANDE GUERRA I SASSI DEL PIAVE DIVENTANO PRESEPE

L'opera di Mario Zuan nel municipio di Farra di Soligo


FARRA DI SOLIGO - Bellissimo, significativo e molto originale il presepio costruito in questi giorno dall’artista locale Mario Zuan con i sassi raccolti sul fiume Piave, nel centenario della Grande guerra. L’opera è visibile da qualche giorno al pubblico, proprio nell’atrio del municipio di Farra, ai piedi del monumento ai Caduti del 1915- 1918. “Sono molto orgoglioso di quest'opera - ha dichiarato il sindaco Giuseppe Nardi- perché, proprio in quest’anno in cui ricorrono i cento anni del primo conflitto mondiale, non c'è cosa migliore di un presepe costruito con i sassi del Piave, fiume sacro alla patria. Sassi calpestati, insanguinati e baciati dai nostri soldati cent’anni fa, nella Battaglia del Solstizio, che ci portò alla vittoria di Vittorio Veneto, con immani sacrifici di vite". "In questo momento difficile attraversato dall’intera umanità, in cui stiamo perdendo il vero valore e il significato della nostra storia - aggiunge il primo cittadino - che questo sia un ricordo e un monito per le nuove generazioni a deprecare ogni tipo di violenza e cercare sempre la pace. E’ un’opera che merita veramente di essere vista e proprio per questo ho pensato che quest’anno sarà il biglietto augurale di Natale che invierò a istituzioni, amministrazioni ed associazioni del comune, in segno di profonda riflessione sul significato del Natale e della pace”.
Diego Berti