Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le linee del nuovo piano industriale presentate ai sindacati

BENETTON, RILANCIO IN TRE ANNI PARTENDO DAI GIOVANI

Niente esuberi, ma nuovi negozi e nuovi mercati


TREVISO - Niente esuberi e tre anni per tornare all'utile. Ripartendo dai giovani. Sono le linee guida del nuovo piano industriale di Benetton: le hanno illustrate i manager, in testa il nuovo responsabile delle risorse umane Nicola Pelà, in un incontro martedì con sindacati e rsu, e questi ne hanno poi riferito ai lavoratori nelle assemblee  succedutesi per tutta la giornata di mercoledì, mentre il cda iniziava a discutere i programmi concreti.
Il primo punto della svolta impressa con il ritorno alla guida operativa di Luciano Benetton, è di riportare i conti in attivo. Il rilancio passa attraverso la conquista di nuovi mercati e il recupero di quelli da cui il gruppo si è di recente progressivamente ritirato, ad esempio Cina, Estremo Oriente e area del Pacifico. Per aumentare le vendite si punterà sul restyling dei negozi. Dove già sperimentati, i nuovi allestimenti stanno dando risultati soddisfacenti, come a Treviso (in piazza Indipendenza), Cortina, Milano: lo store milanese, in particolare, ha registrato un più 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E verranno potenziate le piattaforme per il commercio elettronico. Riguardo al prodotto, le nuove collezioni cercheranno di rappresentare ancor più l'essenza storica del marchio, puntando su colore e maglieria, senza inseguire il modello di fast fashion dei concorrenti Zara e H&M.
Ma il rinnovamento riguarderà anche l'organizzazione: la catena decisionale verrà accorciatata e i nuovi vertici mirano ad abbassare l'età media dei 1.400 dipendenti (400 circa in produzione, il resto nelle aree creative, progettazione, commerciale e amministrativa), attualmente intorno ai 46 anni: l'obiettivo, hanno spiegato i dirigenti, è arrivare ad "una Benetton dei trentenni".