Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le linee del nuovo piano industriale presentate ai sindacati

BENETTON, RILANCIO IN TRE ANNI PARTENDO DAI GIOVANI

Niente esuberi, ma nuovi negozi e nuovi mercati


TREVISO - Niente esuberi e tre anni per tornare all'utile. Ripartendo dai giovani. Sono le linee guida del nuovo piano industriale di Benetton: le hanno illustrate i manager, in testa il nuovo responsabile delle risorse umane Nicola Pelà, in un incontro martedì con sindacati e rsu, e questi ne hanno poi riferito ai lavoratori nelle assemblee  succedutesi per tutta la giornata di mercoledì, mentre il cda iniziava a discutere i programmi concreti.
Il primo punto della svolta impressa con il ritorno alla guida operativa di Luciano Benetton, è di riportare i conti in attivo. Il rilancio passa attraverso la conquista di nuovi mercati e il recupero di quelli da cui il gruppo si è di recente progressivamente ritirato, ad esempio Cina, Estremo Oriente e area del Pacifico. Per aumentare le vendite si punterà sul restyling dei negozi. Dove già sperimentati, i nuovi allestimenti stanno dando risultati soddisfacenti, come a Treviso (in piazza Indipendenza), Cortina, Milano: lo store milanese, in particolare, ha registrato un più 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E verranno potenziate le piattaforme per il commercio elettronico. Riguardo al prodotto, le nuove collezioni cercheranno di rappresentare ancor più l'essenza storica del marchio, puntando su colore e maglieria, senza inseguire il modello di fast fashion dei concorrenti Zara e H&M.
Ma il rinnovamento riguarderà anche l'organizzazione: la catena decisionale verrà accorciatata e i nuovi vertici mirano ad abbassare l'età media dei 1.400 dipendenti (400 circa in produzione, il resto nelle aree creative, progettazione, commerciale e amministrativa), attualmente intorno ai 46 anni: l'obiettivo, hanno spiegato i dirigenti, è arrivare ad "una Benetton dei trentenni".