Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le linee del nuovo piano industriale presentate ai sindacati

BENETTON, RILANCIO IN TRE ANNI PARTENDO DAI GIOVANI

Niente esuberi, ma nuovi negozi e nuovi mercati


TREVISO - Niente esuberi e tre anni per tornare all'utile. Ripartendo dai giovani. Sono le linee guida del nuovo piano industriale di Benetton: le hanno illustrate i manager, in testa il nuovo responsabile delle risorse umane Nicola Pelà, in un incontro martedì con sindacati e rsu, e questi ne hanno poi riferito ai lavoratori nelle assemblee  succedutesi per tutta la giornata di mercoledì, mentre il cda iniziava a discutere i programmi concreti.
Il primo punto della svolta impressa con il ritorno alla guida operativa di Luciano Benetton, è di riportare i conti in attivo. Il rilancio passa attraverso la conquista di nuovi mercati e il recupero di quelli da cui il gruppo si è di recente progressivamente ritirato, ad esempio Cina, Estremo Oriente e area del Pacifico. Per aumentare le vendite si punterà sul restyling dei negozi. Dove già sperimentati, i nuovi allestimenti stanno dando risultati soddisfacenti, come a Treviso (in piazza Indipendenza), Cortina, Milano: lo store milanese, in particolare, ha registrato un più 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. E verranno potenziate le piattaforme per il commercio elettronico. Riguardo al prodotto, le nuove collezioni cercheranno di rappresentare ancor più l'essenza storica del marchio, puntando su colore e maglieria, senza inseguire il modello di fast fashion dei concorrenti Zara e H&M.
Ma il rinnovamento riguarderà anche l'organizzazione: la catena decisionale verrà accorciatata e i nuovi vertici mirano ad abbassare l'età media dei 1.400 dipendenti (400 circa in produzione, il resto nelle aree creative, progettazione, commerciale e amministrativa), attualmente intorno ai 46 anni: l'obiettivo, hanno spiegato i dirigenti, è arrivare ad "una Benetton dei trentenni".