Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Soci e clienti dell'associazione aumentati del 6%

LA STRETTA SUL CREDITO CONTINUA A FRENARE LA RIPRESA

Cna Oderzo: "Troppi no anche a prestiti da 30mila euro"


ODERZO - Un anno positivo, il 2017, per la Cna di Oderzo, che ha visto ampliare la sua offerta di servizi agli associati e al territorio, incrementare il numero di associati e clienti del 6% rispetto l’anno scorso e ampliare la sua operatività con entrate accresciute.
Ma un nodo resta, ed è duro da sciogliere: il credito, erogato alle imprese sempre con il contagocce: un fenomeno che, secondo la Cna, sta mettendo a serio rischio la ripresa e lo sviluppo economico di tutta l’area.
"Va evidenziato che dal 2012 ad oggi le banche hanno limitato moltissimo l’erogazione del credito nonostante dichiarino che hanno fondi a disposizione per le imprese – afferma Gianfranco Vianello, direttore di Cna Oderzo -. La nostra esperienza quotidiana è invece che dagli istituti di credito vengono date risposte negative anche per piccole somme di 30-50 mila euro. La nostra richiesta alle banche per il 2018 è che rischino un po’ di più e, con il supporto dei consorzi fidi, permettano alle imprese di fare il loro “mestiere”: creare benessere e occupazione".
Nessuna preoccupazione, invece, per il riassorbimento di Veneto Banca in Banca Intesa San Paolo. Secondo la Cna opitergina il processo è avvenuto finora con disguidi accettabili, con i servizi bancari che sono stato erogati comunque.
Cna Oderzo nel 2017 ha incrementato la propria offerta di servizi alle imprese, integrando ai servizi di gestione tradizionali come fisco, contabilità e paghe, nuova offerta formativa, lo sportello Mepa (mercato elettronico della Pubblica Amministrazione), consulenza e assistenza pratiche in ambito ambiente e sicurezza e cicli di incontri di aggiornamento per imprenditori e liberi professionisti.
"La ripresa c’è stata e si è sentita: c’è più fiducia e le imprese hanno voglia di investire – aggiunge Vianello -. Preoccupa il fatto che si potrebbe fare molto di più se l’accesso al credito fosse meno stretto. Molti investimenti vengono infatti bloccati proprio dalla politica creditizia delle banche".