Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nuovo stabilimento e conquista dei mercati esteri

VBN, LA PLASTICA TREVIGIANA CHE CREA POSTI DI LAVORO

Per l'azienda di S. Biagio 40 assunzioni in due anni


SAN BIAGIO DI CALLALTA - Dopo un 2017 in forte espansione, Vbn punta a continuare la crescita anche nel nuovo anno.
L'azienda di San Biagio di Callalta, specializzata nella lavorazione di materiali plastici, ha segnato numeri in positivo nell'annata appena conclusa: 13 milioni e mezzo di euro euro di fatturato, in aumento del 20% rispetto all'esercizio precedente, 4mila tonnellate di materiale termoplastico lavorate, spazi produttivi portati a 15mila metri quadrati tra lo stabilimento principale e quello di Vacil di Breda di Piave.
Ma è in attivo anche e soprattutto il bilancio dell'occupazione: nell'ultimo anno l'impresa ha effettuato una trentina di assunzioni e prevede di mantenere il Lo stabilimento Vbntrend anche nel prossimo futuro con almeno una decina di ulteriori ingressi nei prossimi mesi. Le figure ricercate sono costituite da operai per le linee di produzione, che nel nuovo stabilimento saranno raddoppiate, ma anche tecnici per il controllo qualità e personale per l'ufficio commerciale estero.
Proprio il rafforzamento della presenza sui mercati mondiali (già oggi l'azienda esporta in 25 paesi) è uno degli obiettivi di Vbn, che per raggiungerlo guarda anche all'acquisizione di imprese concorrenti.
La lavorazione delle materie plastiche nella provincia di Treviso ha origine negli anni 50, con le prime realtà produttive nella zona di Viale della Repubblica. La crescita costante del settore portò negli anni 60 alla prolificazione di nuove società. All’inizio degli anni '90, sotto la guida di Marcello Vazzoler, Michele Nascimbene ed Edo Benedet, diverse realtà produttive furono unificate sotto il nome di VBN negli stabilimenti di Breda di Piave e San Biagio di Callalta.  Nuove tecnologie, crescente passione, persone motivate e progetti innovativi hanno portato nel 2014 all’attuale assetto societario di VBN Spa.
"La ricerca e la progettazione sono i punti di forza della nostra azienda che, insieme al processo produttivo altamente tecnologico, ci pongono tra i più innovativi produttori di profili estrusi a livello mondiale", sottolinea Marcello Vazzoler, titolare di Vbn Spa insieme a Michele Nascimben e Alberto Vazzoler.
I tre soci dell'aziendaL’azienda sta ultimando l’ampliamento del sito produttivo di San Biagio di Callalta, all’interno del quale lavorano già più di 90 persone: nei recenti 7mila metri quadrati verranno impiegati nuovi macchinari all’avanguardia per l’estrusione delle materie plastiche e nuovo personale, con ciclo produttivo continuo sulle 24 ore.
"Tutti noi nella nostra vita quotidiana - ribadisce Vazzoler - abbiamo a che fare con profili plastici che escono dai nostri stabilimenti trevigiani. Si trovano negli elettrodomestici di uso quotidiano, sugli infissi, nei supermercati".
I profili in materiale termoplastico di Vbn sono impiegati dai maggiori produttori italiani di materiale elettrico ed elettrodomestici, nel design e arredamento, nel settore costruzioni e serramenti, nello sport, nell’agricoltura e nella nautica.