Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A giugno la fusione con Padova: associazione da 3500 imprese

NEL 2018 L'INDUSTRIA TREVIGIANA PUĎ TORNARE A CORRERE

L'analisi e le prospettive di Unindustria Treviso


TREVISO - Il 2018 sarà l'anno del consolidamento della ripresa. Le industrie della Marca guardano al prossimo futuro con "moderato ottimismo". Ad alimentare la fiducia, anche i dati dell'indagine congiunturale promossa da Unindustria.
A settembre, la produzione cresce dl 2,5%, dopo il 3,5 del primo trimestre e l'1,5 del secondo. Le vendite sono in aumento di 5,1 punti su base annua. "Il trend iniziato nel 2015, si è consolidato nel 2016 e nel 2017. Una crescita costante che ci fa ben sperare anche per il 2018", conferma la presidente dell'associazione Maria Cristina Piovesana. Altro dato incoraggiante riguarda gli investimenti: 35 imprese su cento sono pronte ad incrementarli e 52 almeno a non diminuirli. Cresce anche l'occupazione: più 3% tra luglio e settembre, ancor meglio rispetto all'1,8 e al 2% dei precedenti trimestri. I sindacati però lamentano: sono tutti posti precari. "In provincia di Treviso abbiamo un tasso di disoccupazione complessivo inferiore al 6%: siamo un'isola felice rispetto alla media nazionale dell'11%. . ribadisce la leader degli industriali della Marca -. Certo, preoccupa la disoccupazione giovanile al 17%, ma anche in questo caso, ben al di sotto del 34% nazionale. C'è ancora molto da fare".
In miglioramento anche il paramentro del credito: per il 46% delle imprese la liquidità è normale e una altro 39,6 è buona. E per l'83% il costo del denaro rimane stabile, anzi per il 10,2 persino in diminuzione.
La presidente degli industriali trevigiani Maria Cristina Piovesana, però, è cauta: "Non archivierei così facilmente questo brutto episodio - sottolinea -. Qualche tensione c'è e avremo ripercussioni anche nel 2018, soprattutto con il completamento dell'integrazione delle due venete in Intesa. Forse l'orizzonte non è così nero come si poteva prefigurare, ma non abbiamo ancora visto realmente tutti gli effetti".
Insieme al direttore generale Giuseppe Milan, Piovesana ha presentato il primo bilancio del 2017 per il comparto industriale trevigiano e i progetti dell'associazione per i prossimi mesi.
Quello appena cominciato, per Unindustria in particolare, sarà l'anno della fusione con la consorella di Padova: il 15 giugno, a Marghera, è in programma l'assemblea che dovrà deliberare la nascita della nuova territoriale unificata, con oltre 3.500 imprese socie e 160mila lavoratori, una delle maggiori d'Italia.
Tra i temi toccati dai vertici, anche le prossime elezioni politiche, i giovani e il lavoro, la riqualificazione del territorio.

Galleria fotograficaGalleria fotografica