Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"DaAaB" trova il miglior percorso con imezzi pubblici della regione

E' VENETA LA NUOVA APP CHE RIVOLUZIONA IL TRASPORTO PUBBLICO

Scaricabile gratuitamente, consente l'emissione unifica del biglietto


VENEZIA - Parte dal Veneto una vera e propria rivoluzione 4.0 del trasporto pubblico che mira a svilupparsi su tutto il territorio nazionale con un forte potenziale anche negli altri Paesi dell’Unione Europea. Si chiama “DaAaB”, è scaricabile gratuitamente, ed è la prima applicazione in Italia in grado di integrare tutti mezzi pubblici regionali. Basta inserire partenza e destinazione e in pochi istanti trova il miglior percorso con i mezzi pubblici. Non solo: l’applicazione DaAaB raggruppa in un’unica piattaforma le aziende del trasporto pubblico locale per l’emissione unificata dei biglietti di viaggio senza la necessità di obbligare le aziende a modificare o cambiare le costosissime infrastrutture di lettura-obliterazione. Dopo anni di progettazione, studio e fase di testing, la app è pronta per essere messa a disposizione per dare un servizio in più ai milioni di utenti che ogni giorni utilizzano i mezzi pubblici nel Veneto (con espansione oltre i confini regionali nel futuro prossimo). E’ la prima “google” app del trasporto pubblico integrato da utilizzare comunque da tutti per orientarsi nei viaggi e per scegliere i percorsi.
E’ nata a Venezia da una collaborazione internazionale, che include universitari del Mit di Boston, sviluppatori di Silicon Valley e ricercatori del Santa Fe Institute, la prima piattaforma digitale destinata a cambiare il modo di viaggiare.
Presentato a Venezia, a Ca’ Farsetti, alla presenza dell’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della regione Veneto, Elisa De Berti, del sindaco di Venezia e della Città metropolitana, Luigi Brugnaro, e del presidente del Consoglio Regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, il progetto vede come partner Avm Holdin, Actv, Alilaguna, Atvo, Mom e Atv. Il patrocinio è della Regione, della Città Metropolitana, del comune di Venezia e della Fondazione Venezia.

A coordinare il progetto stesso è del direttore Nicola Mazzonetto Confservizi Veneto, importante realtà capace di creare il collante tra il mondo del sapere con quello del fare che interessa le aziende del trasporto pubblico locale regionale per realizzare un servizio per la mobilità del Veneto e per i milioni di turisti che visitano la nostra regione. Confservizi Veneto ha creato il collante tra il mondo del sapere con quello del fare che interessa le aziende del TPL regionale per realizzare un servizio per la mobilità del Veneto e per gli oltre 65 milioni di turisti che visitano la nostra regione. L’Associazione imprenditoriale Confservizi Veneto si pone quale soggetto super partes tra le varie società di TPL ferro, gomma e navigazione garantendo pari dignità ai gestori del servizio e la riservatezza dei big data che verranno generati da questa potentissima applicazione.
“DaAaB” è un’applicazione totalmente veneta che ha messo insieme le migliori eccellenze accademiche e giovani menti che hanno deciso di rientrare in Italia e in Veneto per sviluppare le loro capacità.


Come detto la piattaforma permetterà al Veneto di arrivare in tempi brevissimi alla creazione del biglietto unico territoriale. In un mercato della vendita dei biglietti di viaggi del trasporto pubblico locale Veneto che vale 320 milioni di euro all’anno.
La facilitazione ed incentivazione dall’uso dei mezzi pubblici mira anche a far crescere il mercato non solo interno ma anche quello internazionale essendo rivolta anche al turismo ed il Veneto conta 65 milioni di presenze/anno che si vanno ad aggiungere ai 4milioni di potenziali utenti interni.
Senza contare che, aumentando l’uso dei mezzi pubblici, le aziende del Tpl del Veneto possono puntare a migliorare il recupero percentuale dei costi di gestione. Attualmente nel Veneto le aziende del Tpl recuperano dalla vendita dei biglietti il 45% dei costi di gestione. Una percentuale pari solo alla Regione Lombardia contro una media nazionale del 30% e contro la percentuale minima prevista dalla Legge Burlando che fissa la soglia ottimale del 35%. Quindi la Regione Veneto ancora una volta punta, attraverso l’innovazione tecnologica ad essere un’eccellenza anche nella gestione aziendale.

Per la particolare innovazione e semplificazione la piattaforma DaAaB sta già venendo richiesta da enti ed istitzioni di regioni e c’è una manifestazione d’interesse da parte di uno stato estero.

Ognuna delle aziende partner del progetto è già pronta a lanciare la “app” nei vari territori di rispettiva competenza, con una campagna di comunicazione integrata e con una strategia creativa, efficace ed originale.