Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente del Coni ha fatto visita alla Ghirada

GLI STUDENTI DEL MASTER SBS A LEZIONE DA MALAGĎ

"Treviso in campo sportivo pŔ una assoluta eccellenza"


TREVISO - Consueta visita oggi del presidente del Coni Giovanni Malagò agli studenti del Master SBS alla Ghirada, con i quali ha toccato vari temi del management sportivo. Questa 13^ edizione ha il record di iscritti, 38 (2 i trevigiani), in totale oltre 400 gli studenti usciti dal Master SBS, con un tasso di occupazione dell'86%. “Meravigliosa l’iniziativa di Verde Sport-ha detto Malagò-ai ragazzi ho ricordato fra le altre cose qual è stata qui l’epopea della pallacanestro con Benetton: a ripensarci sembra un’avventura impossibile, quella squadra vinse scudetti e Coppe anche europee. E’ anche un percorso culturale che riguarda un comune di nemmeno 100 mila abitanti, assieme alle imprese della Sisley, del Benetton Rugby ed anche del Calcio Treviso in serie A. Ciò significa aver seminato, avere una legacy, una tradizione: la passione si trasmette dai genitori ai figli. E onore anche a Treviso Basket, che ha avuto una eredità grande ma scomoda e complessa, e che ha saputo mantenerla viva. Per cui oggi è bello e giusto che al Palaverde sia stata assegnata una gara ufficiale della nazionale per le qualificazioni ai Mondiali, che non dev’essere un caso isolato e certamente non lo sarà. Lo strano era non averla avuta nel periodo d’oro.”
Lei gira l’Italia, vede e confronta le varie realtà sportive.
“E dappertutto trovo luci ed ombre: qui, e lo dico in tutta sincerità, le prime prevalgono nettamente sulle seconde. E parlo anche a livello di impiantistica, associazionismo e scuole sportive. Poi ti viene in mente che una volta a Treviso il calcio era in serie A e che c’era la Sisley ma, ribadisco, qui state non nell’eccellenza, state oltre.”
Il Veneto piange la scomparsa dell’ex Lanerossi Vicenza.
“Un fatto molto triste e grave, una società che ha fatto la storia di questo sport. E in Italia temo che di casi del genere ce ne saranno altri. Ma è un fenomeno legato solo al calcio, non allo sport in generale: confondere le due realtà è del tutto sbagliato. Mi piace un sacco vedere tutte le pagine che i quotidiani dedicano allo sport, in particolare in questi giorni alle imprese italiane nello sci.”