Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Programma per favorire stili di vita più sani tra i lavoratori

PERMASTEELISA PUNTA SULLA PREVENZIONE PER I SUOI DIPENDENTI

Un su tre ha smesso di fumare, dimezzati gli abusi di alcol


VITTORIO VENETO - Migliorare gli stili di vita per ridurre l'insorgere di tumori e malattie cardiovascolari. Punta sulla prevenzione, il programma di welfare sanitario aziendale avviato da Permasteelisa, gruppo leader nella facciate e nei rivestimenti architettonici per grandi edifici, con sede a Vittorio Veneto. E dopo otto anni dall'avvio, i risultati danno ragione: tra gli 880 dipendenti che hanno aderito dall'inizio alla campagna battezzata "Prevenire è vita" coloro che abusano dell'alcol si sono ridotti del 50%, chi è in sovrappeso o ha un'alimentazione ipercalorica del 40%, chi fuma è dimunito di un terzo, solo per citare alcuni dei principali fattori di rischio.
Rispetto ad altri piani di assistenza sanitaria intergrativa, spiega l'amministratore delegato Riccardo Mollo, l'obiettivo è proprio di lungo periodo per cercare di ridurre le abitudini potenzialmente dannose per la salute. Per questo i partecipanti vengono seguiti nel tempo da un gruppo di specialisti coordinati dal professor Maurizio Cosimelli, chirurgo oncologo dell'Istituto Tumori Regina Elena di Roma. Dopo un primo colloquio, i dipendenti vengono sottoposti ad una serie di esami diagnostici e visite, a seconda dell'età e del sesso. Il protocollo messo a punto consente di svolgere tutte le prestazione in quattro ore, durante l'orario lavorativo, nelle strutture del Centro di medicina di Villorba, partner dell'iniziativa. Degli 880 addetti in organico a Vittorio Veneto all'avvio dell'inizitiava ha aderito l'o89% e, dopo il primo screening, l'85% è ritornato anche per i successivi.
Il programma ha consentito la diagnosi precoce di  sette neoplasie maligne 53 benigne e circa duemila patologie di altro genere (da problemi ginecologici, a quelli della pelle, dell'orecchio, del fegato).
Certo, non si è riusciti ad abbattere tutti i fattori di rischio: tra i soggetti "controllati", ad esempio, durante gli otto anni sono aumentati coloro che hanno una vita sedentaria e svolgono poca attività fisica. Nè, peraltro, gli addetti di Permasteelisa, con un'età media relativamente bassa, elevata scolarizzazione, buon inserimento sociale, possono costituire un campione rappresentativo della popolazione. Dal gruppo, tuttavia, si augurano che altre aziende possano seguire l'esempio, in modo da moltiplicare i benefici per la collettività e favorire una vita più sana per tutti i cittadini.