Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Identificato dalla Polizia locale, multa da 600 euro

GETTA TRENTA SACCHI DI SPAZZATURA SUL SILE, INCASTRATO DALL'EDERA

Romeno scoperto dalle foglie che aveva anche in casa


TREVISO - Trenta sacchi di rifiuti sulla riva del Sile, a Sant'Antonino. Un cittadino li ha visti e ha segnalato la cosa alla Polizia locale. Guidati dal comandante, Maurizio Tondato, dopo aver eseguito un primo sopralluogo utile all'individuazione dei rifiuti ed alla loro catalogazione, gli agenti hanno chiesto l'intervento dell'ufficio vigilanza del Consiglio di Bacino Priula: il contenuto dei sacchi, recuperati dagli addetti di Contarina, è stato analizzato.
Attraverso l'ispezione dei rifiuti è stato possibile creare un profilo geografico e dell'utente produttore dei rifiuti: l'analisi della località dell'abbandono e le tracce ancora presenti sul posto, hanno consentito l'individuazione certa dell'autore del fatto.
L'attività di indagine intrapresa dalla Polizia locale ha permesso, nel giro di pochi giorni, di mettere in relazione i materiali abbandonati con un soggetto di nazionalità rumena, residente nei pressi del luogo dell'abbandono. Costui, aveva cercato di sbarazzarsi, nel modo ritenuto più semplice, di quanto si trovava all'interno di un immobile recentemente occupato.
Ad incastrarlo, in particolare le foglie di edera contenute in un sacco perfettamente corrispondenti a quelle ancora presenti all'interno dell'abitazione dell'immigrato. Il romeno, interrogato, non ha potuto negare l'evidenza dei fatti.
Il suo comportamento incivile gli è costato caro: a suo carico è stata staccata una di seicento euro e il Comune di Treviso provvederà a richiedere, nei prossimi giorni, di rifondere le spese sostenute per la rimozione dei rifiuti. Inoltre, in considerazione del danneggiamento causato ad un sito soggetto a vincoli paesaggistici, il nucleo tutela ambientale della Polizia locale sta valutando l'eventuale applicazione di sanzioni penali.
“Un ringraziamento sincero a quel cittadino che con grande spirito civico ha subito contatto gli agenti – commenta l’assessore alla Sicurezza, Roberto Grigoletto – e un plauso agli agenti della nostra polizia locale che con passione lavorano per assicurare alla nostra città sicurezza e decoro”.
“La polizia locale ha tra i suoi obiettivi certamente quello di reprimere e correggere comportamenti scorretti lesivi del decoro della città – commenta il comandante della Locale Maurizio Tondato - L’abbandono dei rifiuti è sicuramente tra questi comportamenti”.