Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domenica 28 gennaio il Quartetto Barocco di Santa Cecilia

CONCERTO PER LUISA, LA FONDAZIONE BENETTON RICORDA LA SUA COLLABORATRICE

Il concerto dedicato alla figura di Luisa Barbieri


A sei anni dalla sua prematura scomparsa, la Fondazione Benetton Studi Ricerche ricorda la preziosa collaboratrice Luisa Barbieri attraverso una delle sue grandi passioni: la musica.
Arie, Sinfonie e Danze per sonar è il concerto che le dedicherà, domenica 28 gennaio alle ore 21 nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, il Quartetto Barocco Santa Cecilia: Anna Carlet, liuto, Alessandro Radovan Perini e Alessandra Vianello, chitarra barocca, Gianni
Cuzzolin, tiorba.
Il gruppo nasce dalla collaborazione di quattro musicisti che, affascinati dalla musica
rinascimentale e barocca, dopo il diploma in chitarra classica e corsi di perfezionamento,
concerti solistici e cameristici, decidono di studiare con il maestro Massimo Lonardi,
considerato uno dei maggiori esperti internazionali di musica per liuto e di musica
rinascimentale, per approfondire la conoscenza di uno dei periodi di massimo interesse
storico, artistico e culturale di tutti i tempi. Sotto la sua guida si è formato quindi questo
ensemble nell’ambito del Laboratorio di Musica Antica della Fondazione Musicale Santa
Cecilia di Portogruaro.
Il quartetto si pone come obiettivo quello di far conoscere le musiche coeve ai tantissimi
luoghi di interesse storico e artistico del territorio della Serenissima e della Marca trevigiana.
La scelta del repertorio è volta in particolare alla riscoperta di autori meno conosciuti –
Andrea Falconieri ne è un esempio illustre – ma non per questo meno interessanti dal punto
di vista della scrittura musicale.
Tutto il lavoro di ricerca e di stesura degli arrangiamenti è stato svolto sotto l’attenta
supervisione del maestro Massimo Lonardi.