Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domenica 28 gennaio il Quartetto Barocco di Santa Cecilia

CONCERTO PER LUISA, LA FONDAZIONE BENETTON RICORDA LA SUA COLLABORATRICE

Il concerto dedicato alla figura di Luisa Barbieri


A sei anni dalla sua prematura scomparsa, la Fondazione Benetton Studi Ricerche ricorda la preziosa collaboratrice Luisa Barbieri attraverso una delle sue grandi passioni: la musica.
Arie, Sinfonie e Danze per sonar è il concerto che le dedicherà, domenica 28 gennaio alle ore 21 nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, il Quartetto Barocco Santa Cecilia: Anna Carlet, liuto, Alessandro Radovan Perini e Alessandra Vianello, chitarra barocca, Gianni
Cuzzolin, tiorba.
Il gruppo nasce dalla collaborazione di quattro musicisti che, affascinati dalla musica
rinascimentale e barocca, dopo il diploma in chitarra classica e corsi di perfezionamento,
concerti solistici e cameristici, decidono di studiare con il maestro Massimo Lonardi,
considerato uno dei maggiori esperti internazionali di musica per liuto e di musica
rinascimentale, per approfondire la conoscenza di uno dei periodi di massimo interesse
storico, artistico e culturale di tutti i tempi. Sotto la sua guida si è formato quindi questo
ensemble nell’ambito del Laboratorio di Musica Antica della Fondazione Musicale Santa
Cecilia di Portogruaro.
Il quartetto si pone come obiettivo quello di far conoscere le musiche coeve ai tantissimi
luoghi di interesse storico e artistico del territorio della Serenissima e della Marca trevigiana.
La scelta del repertorio è volta in particolare alla riscoperta di autori meno conosciuti –
Andrea Falconieri ne è un esempio illustre – ma non per questo meno interessanti dal punto
di vista della scrittura musicale.
Tutto il lavoro di ricerca e di stesura degli arrangiamenti è stato svolto sotto l’attenta
supervisione del maestro Massimo Lonardi.