Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Garanzie insufficienti": il Comune in tribunale contro Edilvi

PIAZZA MESCHIO, SI PARTE IL PRIMO FEBBRAIO

Via alla riqualificazione dell'area di Vittorio Veneto


VITTORIO VENETO - Il cantiere di Piazza Meschio è finalmente al via. Il 29 gennaio, i lavori sono stati consegnati alla ditta Bellomo Costruzioni aggiudicataria dell’appalto. L’opera di riqualificazione, molto attesa dalla cittadinanza, inizierà ufficialmente il primo febbraio.
"Il recupero di Piazza Meschio - spiega una nota del Comune - è, da sempre, una priorità dell’amministrazione comunale che, in questi mesi, per quanto possibile, ha cercato di comprimere al massimo i tempi tecnici necessari al completamento delle procedure di appalto".
Riguardo all'impresa Edilvi, invece, precedente esecutrice dei lavori secondo la convenzione originaria, l’amministrazione comunale ridadisce di aver dovuto respingere la proposta di accordo formulata dall’azienda di Villorba e dall’assicurazione Zurich, che aveva emesso la polizza fideiussoria a prima richiesta, a garanzia del buon esito del cantiere. Il confronto che oppone Edilvi – Zurich e l'amministrazione vittoriese è dunque destinato a concludersi in tribunale. Il Comune di Vittorio Veneto ha infatti considerato insufficienti le garanzie offerte dalle controparti, sia dal punto di vista economico sia da quello tecnico ed esecutivo.
A parere dell'istituzione guidata da Roberto Tonon, inoltre, le cifre messe a disposizione da Edilvi e da Zurich, non erano sufficienti al completamento dei lavori, così come non chiare apparivano la tempistica degli stessi e le modalità di esecuzione, in totale assenza peraltro di idonee garanzie.
Nella delibera con la quale il Comune di Vittorio Veneto respinge l’offerta dei due soggetti si legge infatti che “ove l’esecutore dei lavori fosse Edilvi, anche in relazione al ritardo sin qui accumulato rispetto all’originaria tempistica, non vi sarebbe certezza che le opere siano eseguite secondo il necessario cronoprogramma dei lavori, o anche solo che le somme vincolate siano sufficienti per realizzare i lavori messi in gara dall’amministrazione”.