Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Garanzie insufficienti": il Comune in tribunale contro Edilvi

PIAZZA MESCHIO, SI PARTE IL PRIMO FEBBRAIO

Via alla riqualificazione dell'area di Vittorio Veneto


VITTORIO VENETO - Il cantiere di Piazza Meschio è finalmente al via. Il 29 gennaio, i lavori sono stati consegnati alla ditta Bellomo Costruzioni aggiudicataria dell’appalto. L’opera di riqualificazione, molto attesa dalla cittadinanza, inizierà ufficialmente il primo febbraio.
"Il recupero di Piazza Meschio - spiega una nota del Comune - è, da sempre, una priorità dell’amministrazione comunale che, in questi mesi, per quanto possibile, ha cercato di comprimere al massimo i tempi tecnici necessari al completamento delle procedure di appalto".
Riguardo all'impresa Edilvi, invece, precedente esecutrice dei lavori secondo la convenzione originaria, l’amministrazione comunale ridadisce di aver dovuto respingere la proposta di accordo formulata dall’azienda di Villorba e dall’assicurazione Zurich, che aveva emesso la polizza fideiussoria a prima richiesta, a garanzia del buon esito del cantiere. Il confronto che oppone Edilvi – Zurich e l'amministrazione vittoriese è dunque destinato a concludersi in tribunale. Il Comune di Vittorio Veneto ha infatti considerato insufficienti le garanzie offerte dalle controparti, sia dal punto di vista economico sia da quello tecnico ed esecutivo.
A parere dell'istituzione guidata da Roberto Tonon, inoltre, le cifre messe a disposizione da Edilvi e da Zurich, non erano sufficienti al completamento dei lavori, così come non chiare apparivano la tempistica degli stessi e le modalità di esecuzione, in totale assenza peraltro di idonee garanzie.
Nella delibera con la quale il Comune di Vittorio Veneto respinge l’offerta dei due soggetti si legge infatti che “ove l’esecutore dei lavori fosse Edilvi, anche in relazione al ritardo sin qui accumulato rispetto all’originaria tempistica, non vi sarebbe certezza che le opere siano eseguite secondo il necessario cronoprogramma dei lavori, o anche solo che le somme vincolate siano sufficienti per realizzare i lavori messi in gara dall’amministrazione”.