Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Garanzie insufficienti": il Comune in tribunale contro Edilvi

PIAZZA MESCHIO, SI PARTE IL PRIMO FEBBRAIO

Via alla riqualificazione dell'area di Vittorio Veneto


VITTORIO VENETO - Il cantiere di Piazza Meschio è finalmente al via. Il 29 gennaio, i lavori sono stati consegnati alla ditta Bellomo Costruzioni aggiudicataria dell’appalto. L’opera di riqualificazione, molto attesa dalla cittadinanza, inizierà ufficialmente il primo febbraio.
"Il recupero di Piazza Meschio - spiega una nota del Comune - è, da sempre, una priorità dell’amministrazione comunale che, in questi mesi, per quanto possibile, ha cercato di comprimere al massimo i tempi tecnici necessari al completamento delle procedure di appalto".
Riguardo all'impresa Edilvi, invece, precedente esecutrice dei lavori secondo la convenzione originaria, l’amministrazione comunale ridadisce di aver dovuto respingere la proposta di accordo formulata dall’azienda di Villorba e dall’assicurazione Zurich, che aveva emesso la polizza fideiussoria a prima richiesta, a garanzia del buon esito del cantiere. Il confronto che oppone Edilvi – Zurich e l'amministrazione vittoriese è dunque destinato a concludersi in tribunale. Il Comune di Vittorio Veneto ha infatti considerato insufficienti le garanzie offerte dalle controparti, sia dal punto di vista economico sia da quello tecnico ed esecutivo.
A parere dell'istituzione guidata da Roberto Tonon, inoltre, le cifre messe a disposizione da Edilvi e da Zurich, non erano sufficienti al completamento dei lavori, così come non chiare apparivano la tempistica degli stessi e le modalità di esecuzione, in totale assenza peraltro di idonee garanzie.
Nella delibera con la quale il Comune di Vittorio Veneto respinge l’offerta dei due soggetti si legge infatti che “ove l’esecutore dei lavori fosse Edilvi, anche in relazione al ritardo sin qui accumulato rispetto all’originaria tempistica, non vi sarebbe certezza che le opere siano eseguite secondo il necessario cronoprogramma dei lavori, o anche solo che le somme vincolate siano sufficienti per realizzare i lavori messi in gara dall’amministrazione”.