Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla Fondazione Benetton partenze aggregate nelle prossime tre domeniche

LA STORIA DELL'AZZARDO NON È SOLTANTO UN GIOCO

Visite guidate alla mostra "Lotterie, lotto, slot machine"


TREVISO - Scoprire i segreti della lunga e avvincente storia dei giochi d'azzardo. Nelle prossime tre domeniche (4, 11 e 18 febbraio) sarà possibile usufruire dell'accompagnamento di una guida, con partenza aggregata, per visitare la mostra "Lotterie, lotto, slot machines. L’azzardo del sorteggio: storia dei giochi di fortuna", aperta fino al 18 febbraio negli spazi Bomben di Treviso. Le visite cominceranno alle 11, costo 3 euro per ogni partecipante (è consigliata la prenotazione tramite il modulo disponibile on line nel sito www.fbsr.it).

L’esposizione, organizzata dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e curata da Gherardo Ortalli, racconta la storia del gioco d’azzardo, dall’età moderna ai giorni nostri.
La rassegna intende mettere in luce per campioni, con l’esposizione di selezionate testimonianze, come si siano sviluppate nei secoli le pratiche del gioco di fortuna e come abbia operato il controllo pubblico (e in Italia in particolare) nello sforzo di regolarlo.
Questo ha significato anche vedere come le pubbliche finanze abbiano da sempre ricavato un utile finanziario dal controllo, dalla concessione o dal divieto del gioco. Le entrate diventano introiti fondamentali sia per i momenti più difficili (per esempio le lotterie in tempi di guerra e patriottiche), ma anche per imprese di pubblico interesse, come nel caso, per esempio, degli introiti del lotto che nella Roma pontificia sono serviti dal Settecento per la bonifica delle Paludi Pontine o per la Fontana di Trevi o per il Palazzo della Consulta (oggi sede della Corte Costituzionale).

In mostra si possono vedere importanti opere, oggetti e documenti arrivati da collezioni italiane e straniere. Dai Musei Civici di Treviso è giunta la grandiosa Estrazione del gioco del lotto in piazza San Marco, capolavoro di Eugenio Bosa. Grazie alla collaborazione con il Polo Museale del Veneto-Museo Nazionale Collezione Salce sono esposti alcuni manifesti pubblicitari di inizio Novecento. Documenti e giochi antichi provengono dall’archivio della Lotteria Nazionale Belga di Bruxelles così come dalla Collezione Valvassori della Biblioteca Classense di Ravenna, dalla Collezione Alberto Milano, da quella del collezionista bolognese Silvio Berardi, e di studiosi come lo stesso Gherardo Ortalli, Alberto Fiorin e Manfred Zollinger, nonché dalla fabbrica di carte da gioco Dal Negro.