Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La compagnia "Gli Stra-vaganti" al teatro Da Ponte di Vittorio Veneto

UTENTI, OPERATORI E VOLONTARI IN SCENA CON "VAI VIA NONTENEANDARE"

L'obiettivo: prevenire lo stigma del disagio mentale


VITTORIO VENETO - Il teatro non solo come strumento terapeutico-riabilititativo e di integrazione sociale, ma anche un potente mezzo di prevenzione dello stigma e del pregiudizio nei confronti del disagio mentale. “Vai Via Nonteneandare “ è il titolo dello spettacolo della compagnia “Gli Stra-vaganti” che andrà in scena venerdì 9 febbraio alle 20.30 al teatro Da Ponte di Vittorio Veneto.

La particolarità de “Gli Stra-vaganti” sta in due belle caratteristiche. Ogni spettacolo è frutto di un lavoro intenso ed entusiasta di una compagnia composta da utenti dei centri di Salute Mentale dell’ULSS 2 la Marca Trevigiana, da volontari e da operatori. La carica umana di questo gruppo si traduce in capacità comunicativa, profondità delle emozioni che gli attori riescono a trasmettere agli spettatori, spesso letteralmente assorbiti dalla poesia delle storie, fino a sentirsi in scena. Regia e laboratorio espressivo e teatrale sono opera del lavoro pluriennale di Francesca Bornello, psicologa e psicoterapeuta, che ha ideato nel corso del tempo nuove esperienze creative. Tanti sono gli spettacoli portati con passione non solo nei teatri, ma anche nelle scuole, nelle case di riposo e nei più svariati contesti sociali.
La regista così sintetizza il senso di questo nuovo lavoro e del percorso di laboratorio :” Abbiamo affrontato il tema delle emozioni e in particolare la solitudine. Durante il percorso teatrale ci siamo chiesti: Ti sei mai sentito solo? Che colore ha la solitudine? Che profumo? Che sapore? Abbiamo cercato di stare con tutto ciò e di prendercene cura. Ne sono nati momenti di malinconia, ma soprattutto bellezza, contatto e divertimento, che vogliamo raccontare al pubblico”.

Nel 2005, l’associazione Psiche 2000 e l’allora ULSS 7 insieme alla Cooperativa Insieme Si Può diedero l’avvio al progetto di laboratorio teatrale, fondando la compagnia. Questa iniziativa nel corso degli anni ha coinvolto moltissimi pazienti e numerosi altri soggetti del mondo associativo e delle cooperative. L’obiettivo principale, oltre all’aspetto fortemente terapeutico e riabilitativo del laboratorio espressivo-teatrale, è abbattere il pregiudizio nei confronti delle persone con disagio mentale attraverso il teatro, e quindi tramite un incontro empatico e diretto.