Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"250mila cittadini attendono controlli medici adeguati"

"L'EMERGENZA PFAS SI ALLARGA, MA IL GOVERNO PENSA ALLA CAMPAGNA ELETTORALE"

Girotto (M5S) rilancia l'allarme sui veleni nelle acque venete


TREVISO - “I ministri dell’Ambiente e della Salute continuano a non rispondere sull’emergenza veleni nelle acque venete (i cosiddetti Pfas). Eppure circa 250.000 persone sono già state contaminate e attendono ancora controlli medici adeguati. A dicembre abbiamo presentato una nuova interrogazione parlamentare per chiedere come mai i due ministeri avessero emanato dati discordanti sui limiti di rischio delle sostanze pericolose. Siamo a febbraio e il Governo evidentemente ha più a cuore la campagna elettorale che la salute di quelle persone”. Così il senatore del Movimento 5 Stelle Gianni Girotto, che chiede ancora una volta l’intervento immediato dei ministri Gianluca Galletti e Beatrice Lorenzin.
“I dicasteri interessati fanno a botte sui numeri, dimenticando inoltre di inserire tutte le sostanze pericolose di cui si compongono i Pfas nei monitoraggi da effettuare, mentre l’emergenza si allarga. Il silenzio del Governo fa pensare che la situazione sia sfuggita di mano. Ma i veneti chiedono risposta immediata a una situazione ormai fuori controllo, benché ci sia stato in questi anni tutto il tempo di intervenire avviandosi alla soluzione del problema. Questo ritardo è inaccettabile”, attacca ancora Girotto.
“Sabato 10 febbraio saremo davanti alla sede della Miteni di Trissino (Vicenza) per ribadire un concetto tanto semplice quanto doveroso: chi inquina paghi.
È necessario dunque – conclude Girotto – iniziare immediatamente la bonifica delle aree contaminate e fermare lo sversamento delle sostanze tossiche e velenose che contaminano le acque di centinaia di migliaia di veneti. Non perdiamo altro tempo”.