Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I due enti stanzieranno 200mila euro complessivi

TREVISO CAPITALE DELLA CULTURA, ACCORDO COMUNE - CAMERA DI COMMERCIO

Obiettivo nuove mostre, inziative di rpomozione e gemellaggi


TREVISO - Continua il percorso di Treviso candidata a Capitale italiana della cultura nel 2020. Nella settimana in cui verrà decretata la città vincitrice tra le 10 giunte in finale, arriva un nuovo accordo tra il Comune di Treviso e la Camera di Commercio di Treviso e Belluno.
Il testo approvato dalla giunta comunale prevede, tra gli obiettivi comuni di Comune e Camera per la promozione del territorio, l’arrivo di nuove esposizioni per il periodo luglio 2018 - maggio 2019, lo sviluppo dei temi trattati nel dossier presentato a Roma, azioni di radicamento del brand 'Treviso is Open' e l’attivazione di gemellaggi in grado di favorire lo scambio culturale.
L’accordo prevede anche un impegno economico di 200 mila euro, centomila euro che verranno messi a disposizione da parte di Camera e altrettanti da parte del Comune di Treviso, attraverso la partecipazione di sponsor.
“Un nuovo impegno che consolida un rapporto e una collaborazione già presenti tra il Comune e la Camera di Commercio – commenta il sindaco di Treviso Giovanni Manildo -. La candidatura di Treviso è stata possibile grazie alla rete creata con gli altri attori istituzionali. Questo accordo getta il cuore oltre l’ostacolo e sancisce la volontà di sviluppare alcuni dei progetti presenti nel dossier indipendentemente del risultato”.
“Lo abbiamo detto fin dall’inizio: il dossier della candidatura di Treviso è stato realizzato con l’obiettivo preciso di consegnare alla città un progetto per lo sviluppo culturale della città – dichiara l’assessore ai Beni culturali, Luciano Franchin che con gli uffici ha redatto il testo dell'accordo – il fatto che già oggi venga dichiarata la volontà di sviluppare progetti contenuti al suo interno ne è una prova concreta”.
“Sta maturando nella consapevolezza di tutti, cittadini ed imprese appartenenti ai vari settori economici, che il patrimonio culturale e di tradizioni che si respira in città - afferma Mario Pozza, presidente della Camera di commercio Treviso Belluno - è un bene di tutti che richiede una forte coesione ed una capacità collettiva per preservarlo, renderlo fruibile, raccontarlo e consegnarlo ai nostri figli in una continua visione di futuro”.