Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fognature, illuminazione e nuove opere per 4,2 milioni di euro

VIA SANTA BONA VECCHIA, PRONTO IL NUOVO PROGETTO

Cantieri da giugno prossimo fino a Natale 2019


TREVISO -E' la spesa più consistente messa in campo dall'amministrazione comunale di Treviso: 4 milioni 180mila euro, di cui 680mila in capo ad Ats, per interventi di messa in sicurezza idraulica e viabilistica di via Santa Bona Vecchia, nell'area che va da via Genova a Via Fossaggera. Un progetto complesso, realizzato in concerto con i tecnici del Genio Civile, che promette una viabilità a misura di biciclette e pedoni e importanti opere strutturali che mettano fine alla vulnerabilità idraulica della zona.

I principali interventi riguardano il tombinamento dei fossati, con uno studio idraulico che ha individuato la portata della rete dei canali esistenti e ampliato e risagomato l'invaso realizzato nell'area verde di via Mandruzzato. Sarà poi realizzata la fognatura nera e verranno riposizionati i sottoservizi interessati dagli interventi. L'acquedotto verrà rifatto completamente, sarà rimessa a posto la fognatura bianca sul lato ovest, verranno ripiantumati gli alberi rimossi durante i lavori, verranno messi in sicurezza, oltre ai carrai e ai passaggi ciclopedonali, anche incroci con via Verine, via Capitelle e via Cornaino. Infine, verrà potenziata tutta l'illuminazione della zona, grazie a lampioni a led a risparmio energetico.

Un piano che, a differenza del vecchio progetto, datato 2007, non prevede alcun esproprio. “Quello che mi preoccupò allora, ascoltando i cittadini di Santa Bona – racconta Marina Tazzer, assessore alla Riqualificazione dei quartieri – fu la fragilità idraulica in cui la zona versava, e versa ancora oggi. Il progetto di allora, infatti, non aveva fatto i conti con i più grandi esperti delle problematiche di un quartiere: i residenti. Una semplice tombinatura del fosso, ad esempio, risultava del tutto insufficiente a contenere le esondazioni generate dagli eventi meteorici più intesi. Santa Bona richiedeva un intervento ben più importante, completo, strutturale. L'indomani, ci siamo allora attivati con il Genio Civile. Certo, spenderemo di più, ma in questo modo spenderemo meglio, anche per le future generazioni di residenti.”

Il piano verrà presentato questa sera ai cittadini, a un anno esatto di distanza dall'assemblea pubblica che aveva raccolto numerose osservazioni sulla proposta originale che si rifaceva a un progetto del 2007. Il 22 febbraio scade il bando per l'appalto dei lavori che verranno iniziati verso maggio e dureranno circa 600 giorni, suddivisi in 10 fasi lungo 8 tratte opoerative, garantendo la costante e regolare circolazione delle vetture per tutto il periodo. Sono infine state anche individuate alcune zone adibite a parcheggio provvisorio per i residenti, quando il cantiere renderà difficoltoso l'accesso dei veicoli alle proprietà.

“Ringrazio i tecnici e l'assessore Tazzer per l'impegno e il lavoro svolto in quest'anno – sottolinea il sindaco Giovanni Manildo –. Il cantiere di via Santa Bona Vecchia è partito un anno fa con un'azione partecipata promossa dall'amministrazione comunale. La messa in sicurezza di questa strada non solo rappresenta un intervento richiesto a gran voce dai cittadini, ma è anche stata costruita per essere quanto più aderente possibile alle reali esigenze del territorio".