Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'organizzazione lamenta trasferimenti irregolari di addetti

LA FIT CISL: "DENUNCIAMO CONTARINA PER ATTIVITĀ ANTISINDACALE"

Per il sindacato l'azienda fa pressioni sui lavoratori


TREVISO - Contarina è un’azienda pubblica che si occupa della raccolta e smaltimento/trasporto dei rifiuti in ben 50 comuni della provincia di Treviso per un totale di oltre 500.000 cittadini serviti, utilizzando quasi 500 mezzi e oltre 600 dipendenti. Nel capoluogo Treviso l’azienda fornisce anche il servizio Verde Pubblico e cimiteriale, senza contare i servizi dati in affidamento a cooperative varie. Da anni la Fit Cisl contesta a Contarina l’assoluta mancanza di trasparenza nella gestione degli affidamenti dei servizi, quali gli ecocentro, gestione di cimiteri in vari comuni, svuotamento cestini.

“La situazione - spiega il segretario amministrativo regionale della Fit Cisl Veneto Maurizio Fonti - non è migliorata con il passare degli anni, anzi: i lavoratori sono ormai esasperati dalle pressioni continue dei vari ‘capi’ che, pur di dimostrare di essere bravi, spremono come limoni i lavoratori”. Basti pensare all’ultimo caso, che risale a una settimana fa. Durante il giro di raccolta porta a porta a Castelfranco, un operatore è stato aggredito e picchiato (di 15 giorni la prognosi) da un residente infastidito dall’attività. Il caposquadra, una volta informato telefonicamente dell’accaduto, si è preoccupato solo di chiedere al lavoratore se era in grado di completare il giro di raccolta. “E la salute del lavoratore? Non ha nessun valore? - incalza Fonti -. Ciò è sintomatico del fatto che ormai la realtà è stata persa di vista al punto da mettere in atto azioni molto scorrette anche in violazione delle norme che regolano i rapporti tra azienda e i rappresentanti dei lavoratori”.

Secondo la Fit, è ancora più drammatica la situazione dei lavoratori che si occupano del servizio del verde pubblico a Treviso. “Il contratto tra Comune e Contarina scadrà ad agosto - spiega Fonti - e l’azienda ha trasferito arbitrariamente un gruppo di lavoratori con il solo obiettivo di liberarsi di dipendenti con qualche problema fisico, magari per sostituirli con operatori giovani e con costi minori. Ovviamente il tutto senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali”. L’operazione ha comportato anche un aumento dei carichi di lavoro del settore raccolta, in quanto sono venuti a mancare operatori per lo svolgimento del servizio. “Ma ovviamente - commenta Fonti - Contarina ha risolto il problema ricorrendo al lavoro straordinario”.

Questi comportamenti hanno spinto la Fit Cisl a presentare al Giudice del lavoro di Treviso una denuncia per attività antisindacale, per violazione dei diritti dei lavoratori. L’udienza è fissata per il 14 marzo. Durante l’assemblea dello scorso 14 febbraio organizzata da Fp Cgil, Fiadel Uil e Fit Cisl, i lavoratori hanno approvato all’unanimità la dichiarazione dello stato d’agitazione e l’avvio della procedura prevista per la dichiarazione dello sciopero. “Non è accettabile - commenta Fonti - che un’azienda a partecipazione pubblica e dalle dimensioni importanti come Contarina calpesti sistematicamente i lavoratori trattandoli come semplici oggetti da usare e gettare nel cestino quando iniziano a ‘usurarsi’. Azioni come queste hanno anche un elevato costo sociale, in quanto la malattia e la disoccupazione la paghiamo tutti”.