Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/287: ALL'ALBENZA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo italiano asoluto


BERGAMO - A conclusione del nostro challenge, è il momento del Campionato individuale 2019. Siamo ad Almenno San Bartolomeo, nel Bergamasco, al Golf Club Albenza. Il Campo copre 85 ettari di delicate colline in direzione delle Prealpi lecchesi, su cui si snodano 27 buche nate da più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Benetton manca la sesta vittoria consecutiva

IL CONNACHT FERMA I LEONI A MONIGO: 22-19

Secondo tempo tutto da dimenticare


TREVISO - Il Benetton manca la sesta di fila e deve rammaricarsi con se stesso, per i troppi errori commessi, e con l'arbitro che ne ha commessi altrettanti. Partita caratterizzata da ritmi e tanti errori quella andata in scena oggi allo Stadio Monigo, il primo tempo ne è sicuramente l’emblema. Al 4’ calcio di punizione assegnato in favore del Connacht con l’apertura Carty che manda fuori l’ovale e mantenendo il risultato in parità.
 Nei minuti seguenti sono ancora gli irlandesi ad avere il possesso del gioco con i Leoni costretti quindi a difendere. Al 20’ gli uomini di Crowley si fanno avanti con Sperandio che viene placcato sull’out di destra ad un metro dalla linea di meta. Alla mezzora il buon momento dei Leoni continua con un secondo spunto questa volta con Ioane che si rende protagonista di una buona avanzata palla in mano. I Leoni entrano così nei 22 metri avversari e sul finale di primo tempo trovano la meta con Tebaldi che porta in vantaggio i suoi, dalla piazzola Banks centra i pali. Treviso torna negli spogliatoi conducendo il match 7 a 0. Nella ripresa Connacht dopo appena tre minuti trova la meta da driving maul con il pilone destro Bealham, Carty fallisce la trasformazione. Al 59’ i Leoni si accendono nuovamente: preciso cross-kick di Banks per le mani di Ioane che lungolinea brucia tre avversari che non riescono a tenere il suo passo e deposita oltre la linea per l’allungo dei biancoverdi, oggi in maglia arancio. Banks non è preciso dalla piazzola e sbaglia la trasformazione. Gioia lampo poiché il Connacht nella ripartenza trova il varco con la percussione di Butler, poi nominato man of the match, per siglare la meta trasformata da Carty che quindi il pareggio. Al 69’ i Leoni restano anche in 14 causa il giallo estratto ai danni di Iannone per placcaggio pericoloso. Dal calcio Carty va per i pali e li centra portando in vantaggio i suoi. I giochi si chiudono più tardi quando al 73’ Connacht trova la meta con Griffin, Carty trasforma. Sul finale di gara i Leoni limitano i danni conquistando il punto di bonus con la meta di Fuser poi trasformata da Banks.

BENETTON-CONNACHT 19-22
BENETTON 15 Luca Sperandio, 14 Andrea Bronzini (55’ Marco Zanon), 13 Tommaso Iannone, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi (38’ Giorgio Bronzini), 8 Whetu Douglas, 7 Marco Barbini (63’ Nasi Manu), 6 Alberto Sgarbi (C), 5 Irné Herbst (60’ Marco Fuser), 4 Marco Lazzaroni(75’ Michael Tagicakibau), 3 Matteo Zanusso (40’ Cherif Traore), 2 Tomas Baravalle (40’ Hame Faiva), 1 Federico Zani (50’ Riccardo Brugnara)
All. Crowley
CONNACHT 15 Tiernan O’Halloran (67’ Niyi Adeolokun), 14 Cian Kelleher, 13 Eoin Griffin, 12 Tom Farrell, 11 Matt Healy, 10 Jack Carty, 9 Caolin Blade, 8 John Muldoon (C), 7 Jarrad Butler, 6 Sean O’Brien, 5 James Cannon (56’ Ultan Dillane), 4 Gavin Thornbury (20’ Ultan Dillane) (25’ Gavin Thornbury), 3 Finlay Bealham (51’ Dominic Robertson-McCoy), 2 Tom McCartney (51’ Dave Heffernan), 1 Denis Buckley (51’ Denis Coulson) A disposizione: 20 Eoghan Masterson, 21 James Mitchell, 22 Craig Ronaldson. All. Keane
ARBITRO: Linton (Scozia)
MARCATORI: 36’ meta Tebaldi tr. Banks, 43’ meta Bealham, 59’ meta Ioane, 61’ meta Butler tr. Carty, 70’ p. Carty, 73’ meta Griffin tr. Carty, 80’ meta Fuser tr. Banks
NOTE: 69’ giallo a Iannone