Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Elezioni politiche 2018, affluenza all'81,7%

LEGA PRIMO PARTITO IN VENETO CON OLTRE IL 30%

A livello nazionale guida M5S, giù il Pd


TREVISO - La Lega ritrova la sua roccaforte nella Marca e si impone come primo partito in Veneto, compiendo un balzo notevole anche su scala nazionale. Dove il maggior numero di voti alla Camera li raccoglie il Movimento 5 Stelle, con oltre il 32 per cento. La coalizione di centrodestra, però, fiora il 37% con la Lega  al 17 che sorpassa Forza Italia al 14. Scivolone del Pd, che si ferma al 18,8.
In Veneto il Carroccio si attesta al 30,2% alla Camera e al 31,8 al Senato. Il Movimento 5 Stelle supera il 24%, con il Pd al 16,7 a Montecitorio e raggiunge il 17 per Palazzo Madama. In provincia il partito di Matteo Salvini supera da solo il 37 per cento. Il centrodestra fa l'en plein nei collegi uninominali della Marca per entrambe i rami del Parlamento e in regione conquista 35 seggi su 50 alla Camerao. L'M5S ne porta a casa 5, uno in più del Pd, nessuno per le altre forze. Il centrodestra elegge anche 17 senatori, i Pentastellati 4 e i Democratici 3 .
I risultati nazionali, però, come previsto, lasciano aperti numerosi dubbi sulla possibilità di arrivare a formare un governo.

Si conferma anche la crescente disaffezione dei cittadini verso la politica, complici anche certe lungaggini nelle operazioni di voto, soprattutto dovute al nuovo tagliando antifrode, con code ai seggi e più di qualcuno che ha rinunciato: l'affluenza rimane sotto il 79% in regione e al 79,2% nel Trevigiano, la più bassa nelle ultime quattro tornate di elezioni politiche, circa 9 punti in meno rispetto al 2006.

L'AFFLUENZA DURANTE LA GIORNATA

Sfiora il 65% l'affluenza in provincia di Treviso alle ore 19, per le elezioni politiche. Dato in linea con quello regionale e di quasi sette punti superiore della media nazionale, intorno al 58,5%. Al primo aggiornamento, alle 12, in provincia di Treviso l'affluenza ai seggi elettorali si attesta al 22,51 per cento, di poco al di sopra del dato dell'intero Veneto (al 22,26%), mentre la media nazionale è di poco superiore al 19,2%. Qualche coda ai seggi, dovuta soprattutto all'allungarsi delle operazioni burocratiche di registrazione degli elettori per l'introduzione del nuovo tagliando antifrode: un'appendice con un codice alfanumerico di 16 cifre che lo scrutatore addetto deve annotare al momento della consegna della scheda e che poi il presidente strappa, dopo averne verificato la corrispondenza, prima di introdurre la scheda nell'urna.