Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Elezioni politiche 2018, affluenza all'81,7%

LEGA PRIMO PARTITO IN VENETO CON OLTRE IL 30%

A livello nazionale guida M5S, gił il Pd


TREVISO - La Lega ritrova la sua roccaforte nella Marca e si impone come primo partito in Veneto, compiendo un balzo notevole anche su scala nazionale. Dove il maggior numero di voti alla Camera li raccoglie il Movimento 5 Stelle, con oltre il 32 per cento. La coalizione di centrodestra, però, fiora il 37% con la Lega  al 17 che sorpassa Forza Italia al 14. Scivolone del Pd, che si ferma al 18,8.
In Veneto il Carroccio si attesta al 30,2% alla Camera e al 31,8 al Senato. Il Movimento 5 Stelle supera il 24%, con il Pd al 16,7 a Montecitorio e raggiunge il 17 per Palazzo Madama. In provincia il partito di Matteo Salvini supera da solo il 37 per cento. Il centrodestra fa l'en plein nei collegi uninominali della Marca per entrambe i rami del Parlamento e in regione conquista 35 seggi su 50 alla Camerao. L'M5S ne porta a casa 5, uno in più del Pd, nessuno per le altre forze. Il centrodestra elegge anche 17 senatori, i Pentastellati 4 e i Democratici 3 .
I risultati nazionali, però, come previsto, lasciano aperti numerosi dubbi sulla possibilità di arrivare a formare un governo.

Si conferma anche la crescente disaffezione dei cittadini verso la politica, complici anche certe lungaggini nelle operazioni di voto, soprattutto dovute al nuovo tagliando antifrode, con code ai seggi e più di qualcuno che ha rinunciato: l'affluenza rimane sotto il 79% in regione e al 79,2% nel Trevigiano, la più bassa nelle ultime quattro tornate di elezioni politiche, circa 9 punti in meno rispetto al 2006.

L'AFFLUENZA DURANTE LA GIORNATA

Sfiora il 65% l'affluenza in provincia di Treviso alle ore 19, per le elezioni politiche. Dato in linea con quello regionale e di quasi sette punti superiore della media nazionale, intorno al 58,5%. Al primo aggiornamento, alle 12, in provincia di Treviso l'affluenza ai seggi elettorali si attesta al 22,51 per cento, di poco al di sopra del dato dell'intero Veneto (al 22,26%), mentre la media nazionale è di poco superiore al 19,2%. Qualche coda ai seggi, dovuta soprattutto all'allungarsi delle operazioni burocratiche di registrazione degli elettori per l'introduzione del nuovo tagliando antifrode: un'appendice con un codice alfanumerico di 16 cifre che lo scrutatore addetto deve annotare al momento della consegna della scheda e che poi il presidente strappa, dopo averne verificato la corrispondenza, prima di introdurre la scheda nell'urna.