Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I comuni: Breda, Carbonera, Maserada, Ponzano, Povegliano e Villorba

SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI TRA 6 COMUNI DELLA MARCA

La nuova gestione coinvolgerà oltre 64mila cittadini


Servizi Sociali Associati tra 6 comuni della provincia di Treviso. Gli amministratori dei Comuni di Breda di Piave, Carbonera, Maserada sul Piave, Ponzano Veneto, Povegliano e Villorba dopo un lungo ma proficuo lavoro in team, che ha coinvolto anche assistenti sociali e funzionari, hanno raggiunto l'obiettivo di redigere ed approvare il nuovo regolamento dei Servizi Sociali. Questo traguardo porterà alla gestione associata dei Servizi che coinvolgerà in modo omogeneo oltre 64.000 cittadini.
Il Regolamento, approvato da tutti i comuni coinvolti, si fonda infatti su una ragionata e complessa valutazione scientifica il cui scopo è quello di poter raggiungere in un ampio ambito territoriale l’omogeneità dei criteri e
degli interventi in ambito sociale al fine di eliminare situazioni di bisogno ed emarginazione, garantendo pari dignità a tutti gli individui. Il nuovo regolamento si pone anche gli obiettivi di promuovere la partecipazione e lo sviluppo dei cittadini e sviluppare politiche specifiche, rivolte a giovani, famiglie, donne, associazioni.