Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì a Refrontolo, le vicende dell'occupazione austriaca nella Grande guerra

QUANDO SENZA POLENTA SI MORIVA DI FAME: L'AN DE LA FAM NELLA MARCA

Lo storico Luca Nardi presenta il Diario di Caterina Arrigoni.


REFRONTOLO - Nell’ambito delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra il comune di Refrontolo e il Circolo ricreativo culturale Arcobaleno organizzano per venerdì 9 marzo alle 20.30, nella sala consiliare del Municipio una serata con lo storico Luca Nardi, curatore del volume “Quando senza polenta si moriva di fame”. Il libro, che prende le mosse dal diario di Caterina Arrigoni, racconta l’anno della fame in Veneto, con particolare riferimento all’Alta Marca trevigiana. Una testimonianza eccezionale di quanto avvenne tra Caporetto e la Liberazione. Si tratta di una delle poche ed esaurienti documentazioni dirette sul profugato dei civili di Valdobbiadene, del Vittoriese e di buona parte delle terre invase tra 1917 e 1918.
Caterina Arrigoni, giovane valdobbiadenese, racconta le tragiche vicende della Grande Guerra nel terribile "An de la fam", fra l'ottobre 1917 e il novembre 1918. Uno spaccato che restituisce una testimonianza preziosa sulle tristi vicende di un tema attualissimo come quello del profugato. La pubblicazione è stata finanziata dalla Regione Veneto nell'ambito delle commemorazioni del centenario della Grande Guerra, in collaborazione con il Comune di Valdobbiadene.
La serata di presentazione, condotta dalla giornalista Adriana Rasera, sarà arricchita dalle letture del gruppo “Vocidistorie” di Valdobbiadene e accompagnata dalla proiezione di fotografie d’epoca. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti. Al termine dell’incontro sarà offerto un petit buffet.