Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/292: L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DAL SUDAFRICA

Nel consuento anticipo della stagione 2020 successo di Larrazabal


SUDAFRICA - Son trascorsi solo quattro giorni dalla conclusione della stagione 2019 in Medio Oriente, e l’European Tour già apre in Sudafrica quella del 2020, con il consueto anticipo sull’anno solare. Si gioca sul Par 72 del Leopard Creek CC di Malelane, nel distretto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/291: DOPO 47 TORNEI, IL TOUR EUROPEO SI CHIUDE A DUBAI

Con la vittoria lo spagnolo Jon Rahm diventa numero uno continentale


DUBAI - Dopo 47 tornei disputati in 31 diverse nazioni, si chiude l’ampia stagione del Tour europeo, con il DP World Tour Championship, sul percorso del Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Il torneo di Dubai mette in palio una prima moneta da record, la leadership...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/290: GRAN RIMONTA DI FLEETWOOD IN SUDAFRICA

L'inglese fa suo il Nedbamk Challenge. Bene Migliozzi


SUN CITY (SAF) - Siamo al settimo degli otto eventi delle Rolex Series dell’European Tour, si gioca sul percorso del Gary Player CC, a Sun City in Sudafrica, uno dei Campi più lunghi del mondo (8.000 m). Nato nel 1981 come evento riservato a pochi eletti, tra i migliori al mondo che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra i temi anche food design e tecnologie di produzione

L'AGROALIMENTARE DEL FUTURO: A TREVISO, ESPERTI DA TUTTA EUROPA

Una tre giorni per fare il punto sulla sicurezza alimentare


TREVISO - Treviso sarà per tre giorni la capitale dell’agroalimentare. Dal 20 al 22 marzo Unis&F ospiterà una Training Academy dedicata al settore dell’innovazione alimentare, dove verranno approfonditi in particolare gli aspetti legati alla meccatronica, alla confezione degli alimenti e all’igiene e alla sicurezza del cibo per il settore agroalimentare. La tre giorni si inserisce nell’ambito del progetto comunitario I-Con e vede la società di formazione degli Industriali di Treviso e Pordenone come capofila grazie ad Eurosia, l’istituto Europeo di Analisi Sensoriale. Altri partners del progetto sono: il Parco Tecnologico di Pomurje e la Camera di Commercio Slovena, il Businnes Upper Austriaco, l’Agenzia Transdabubiana e la Campden dall’Ungheria, il Cna della regione Emilia Romagna, l’università tedesca di Hohenheim a Stoccarda, la Camera di Commercio per l’agroalimentare della Polonia, la Camera di Commercio della Slovacchia. Sono inoltre associati al progetto il ministero dell’Agricoltura della Slovenia e la società internazionale con sede a Bruxelles, Food DrinkEurope. Il progetto, per il quale è stato coinvolta anche l’università Iuav di Venezia con alcuni suoi esperti, ha lo scopo di migliorare le competenze innovative e le capacità imprenditoriali nel settore agroalimentare di una vasta area dell’Europa che va dal mar Adriatico al Baltico. Questo settore, infatti, è stato definito come quello con il maggior potenziale, in grado di generare effetti socioeconomici moltiplicatori nelle aree dell’Europa centrale. E per questo le attività si concentrano sulla ricerca di soluzioni mirate al miglioramento delle competenze nel settore alimentare, attraverso una cooperazione intersettoriale tra la meccatronica (tecnologia di processo), la biotecnologia (sicurezza alimentare) e il food design (packaging). Gruppi di lavoro e workshop di approfondimento si alterneranno durante le tre giornate tra Palazzo Giacomelli, sede di rappresentanza di Unindustria Treviso e le aule di Unis&f: una grande occasione di approfondimento e accrescimento delle conoscenze per tutte le persone coinvolte nell’iniziativa.