Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa promossa dal gruppo "Osti e tabarri"

UN CIPRESSO PER RICORDARE I CADUTI DI ASOLO NELLA GRANDE GUERRA

Piantato nel Parco della rimembranza della cittadina


ASOLO - Un cipresso per ricordare i 122 soldati di Asolo caduti nei vari fronti della Prima Guerra Mondiale.
L'albero è stato piantato, durante un'apposita cerimonia, al Parco della Rimbranza nel borgo trevigiano. L 'idea, è nata dal locale "Gruppo Osti e Tabarri di Asolo", in occasione dell'annuale ritrovo.  I componenti hanno deciso di lasciare un segno tangibile legato al Centenario della Grande guerra, ritornando in uno dei luoghi simbolo della memoria voluto dagli Asolani.
Alla presenza di gran parte della giunta comunale, dei rappresentanti delle istituzioni locali e di molte associazioni, dopo una preghiera a ricordo di tutte le vittime delle guerre da parte del prevosto di Asolo, monsignor Giacomo Lorenzon, il sindaco Mauro Migliorini ha ricordato  che "nel 1923 venne scelto questo luogo particolarmente suggestivo e simbolico: un triangolo di terra, dietro il Capitello di San Girolamo, appena fuori dalla Porta Colmarion. Un luogo che guarda le montagne sulle quali si erano combattute le battaglie decisive della prima guerra mondiale: Grappa, Tomba e Monfenera”. Allora vennero piantati 122 cipressi: uno per ogni caduto del comune. A cento anni di distanza se n'è aggiunto uno nuovo per commemorarli tutti.