Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz della GdF in tre negozi cinesi, uno anche a Susegana

SEQUESTRATI 400MILA BASTONCINI D'INCENSO PERICOLOSI

Contenevano sostanze nocive come il benzene


VENEZIA - Altro che creare un'atmosfera rilassante in una stanza, quei bastoncini d'incenso potevano provocare problemi alla salute: contenevano infatti sostanze nocive. La Guardia di Finanza di Venezia ne ha sequestrati 400mila pezzi in tre negozi, gestiti da imprenditori cinesi, a Marcon, in provincia di Venezia, a Susegana, nel Trevigiano, e a Padova. I controlli delle Fiamme Gialle, eseguiti in collaborazione con l'Adiconsum Veneto che ha messo a disposizione uno speciale apparecchio, hanno evidenziato valori di benzene, sostenza cancerogena, oltre dieci volte il limite consentito dalla legge. Nelle etichette delle confezioni, però, tutto risultava nella norma.
Prodotti in India, i bastoncini arrivavano in Europa attraverso un importatore spagnolo, di Valencia, che poi, tramite alcuni rappresentanti, li distribuiva ai vari punti vendita in Italia.
I due commercianti sono stati denunciati alla magistratura mentre la merce, del valore di circa 100mila euro, è stata sequestrata nei giorni scorsi ed ora, come prescritto, verrà distrutta.