Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La famiglia dormiva e si č accorta dell'accaduto solo al mattino

TRE COLPI SPARATI NELLA NOTTE CONTRO UNA VILLETTA A CASTELMINIO

Bersaglio l'abitazione del geometra Luigi Didonč


RESANA - Tre colpi, ad altezza uomo, sparati nella notte contro una villetta a Castelminio Resana. Pare un'intimidazione in piena regola quella contro Luigi Didonè, 57enne geometra, dipendente della Basso costruzioni di Paese. I colpi di arma da fuoco sono stati esplosi contro l'abitazione, dove vive insieme a moglie e figli, in via Fornaci, nel pieno della notte tra lunedì e martedì. La famiglia stava dormendo in quel momento e, così come i vicini, non ha fatto troppo caso ai rumori, giudicandoli dovuti alla caduta di qualche oggetto o allo scoppio di petardi. I coniugi Didonè si sono resi conto dell'accaduto solo al mattino successivo, quando, alzatisi per andare al lavoro, hanno visto i fori sui muri. Ed hanno capito di aver rischiato grosso: mentre infatti un proiettile si è conficcato sul muro esterno, altri due hanno perforato balconi e vetrocamera delle fineste attraversando il soggiorno. Sul giallo indagano ora i Carabinieri: l'uomo assicura di non avere particolari nemici e di essere convinto che si tratti di uno scambio di persona.