Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giulia Rigon ha deciso di proseguire l'attività dei genitori proiettandola al futuro

ROSSOCILIEGIA E L'EVOLUZIONE DI UN PICCOLO NEGOZIO DI QUARTIERE

Il negozio di intimo diventa boutique di lingerie e abbigliamento di tendenza


TREVISO - E' la storia sia dell'evoluzione di un piccolo negozio di quartiere, sia di un riuscito passaggio generazionale quella che inizia sabato 24 marzo, a San Liberale, con l'inaugurazione della boutique RossoCiliegia. Questo il nuovo nome scelto dalla 36enne Giulia, figlia di Giovanni Rigon e Rosanna Zaros, storici titolari dell'esercizio "La Coccinella", che per quarantanni si è occupato di intimo, biancheria per la casa e merceria. Un punto di riferimento per la zona che oggi si prepara a un nuovo rilancio.
Ora il testimone passa a Giulia, che sabato alle 17 brinderà alle sfide del futuro inaugurando il suo negozio al civico 23 di via Emilia: un ambiente completamente rinnovato, dedicato sia alla lingerie che all'abbigliamento, con una selezione di capi originali e di tendenza Made in Italy e a prezzi accessibili.

Giulia, che ha da sempre respirato l'atmosfera della bottega, ha scelto di preseguire l'attività di famiglia dopo anni trascorsi a Manhattan NYC e Milano, dove ha lavorato per un'azienda di rappresentanza di tessuti Made in Italy, a stretto contatto con grandi marchi della moda, vivendo sul campo la sua più grande passione. Tornata a Treviso, ha affiancato per qualche anno i genitori che più di tutto le hanno trasmesso il lato umano del rapporto con il cliente. Da qui la decisione di prelevare l'attività puntando sia sul passato che sul futuro. RossoCiliega continuerà ad offrire un assortimento di intimo dei migliori marchi italiani, inutile fare concorrenza alle rivendite low cost, ma, accanto, si arricchirà di una sezione fashion in cui potrà consigliare  i clienti a scegliere e provare il capo di qualità che più li valorizza.

"Il negozio nasce il 10 marzo del 1980 con il nome “La Coccinella”, grazie all’ispirazione dei miei genitori Giovanni Rigon e Rosanna Zaros, due giovani provenienti dal mondo del commercio e della campionatura delle stoffe, che decidono di rilevare una delle due sedi dello storico negozio La Campana, punto di riferimento nel cuore di Treviso, quella che si trovava nel quartiere periferico di San Liberale.
E’ tra gli scaffali de La Coccinella che sono cresciuta respirando tutti i segreti di questo mestiere: l’amore per i consigli genuini, l’attenzione al cliente, la profonda conoscenza dei tessuti che mi guida nella scelta dei capi d’abbigliamento, lingerie e degli articoli per la casa.
Dopo anni di esperienza nella moda a New York e Milano, ho sentito il desiderio di disegnare un mio progetto che desse nuova freschezza e gusto al vestire, rimanendo fedele agli insegnamenti della mia famiglia.
Credo che vestirsi sia un modo per star bene con noi stessi ed esprimere la nostra identità , rispecchi ciò che siamo e possa migliorare il nostro modo di affrontare la giornata. Ecco perché in un mondo sempre più virtuale, credo che la disponibilità e la trasparenza nel saper dare il giusto consiglio possano fare la differenza."