Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/211: PATRICK REED INDOSSA LA GIACCA VERDE

Lo statunitense vince l'82° Masters di Augusta


TREVISO - È l’edizione ottantadue del Masters, che data 1930; uno dei quattro maggiori campionati del Golf. Si tiene all'Augusta National, in Georgia, il Paradiso del Golf. Un Campo molto particolare, bello e difficile, massimamente rappresentato da” Amen Corner”, il tratto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/210: A CA' DELLA NAVE BUON COMPLEANNO MAL

Gara (e festa) con protagonista il cantante dei Primitives


MARTELLAGO - A festeggiare la sua data di nascita avvenuta da qualche giorno, Mal (al secolo Paul Bradley Couling), il 28 marzo ha sponsorizzato una gara di Golf a Cà della Nave. Voleva festeggiare il suo compleanno in un Campo da Golf. La scelta del 28, a Cà della Nave, è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/209: AL VIA IL CHALLENGE 2018 DELL'AIGG

A Roma debutta la stagione dei giornalisti golfisti


ROMA - Il debutto del challenge AIGG ha ormai una sede consolidata: la prima gara dell’anno si gioca al Marco Simone Golf and Country Club, a Guidonia, nell’ospitalità raffinata di Lavinia Biagiotti Cigna. Lavinia è la deliziosa figlia di Laura Biagiotti, la grande donna...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Idea nata durante uno stage nella struttura di Fondazione Cassamarca

TESI LAUREA SU CA' DEI CARRARESI PREMIATA CON 110 E LODE

L'ha presentata Nicola Gnocato, studente di Storia a Ca' Foscari


TREVISO - “Casa dei Carraresi e Ca’ Brittoni. Il restauro dell’identità trevigiana” è il titolo della tesi che Nicola Gnocato ha presentato a Ca’ Foscari, il 9 marzo scorso e che gli è valsa 110 e lode al corso di laurea magistrale in Storia. Relatore il professor Sergio Zamperetti.

L’idea per la tesi è nata durante il tirocinio formativo e di orientamento svolto da Nicola al centro convegni e mostre della Fondazione Cassamarca, nell’estate 2016.
Lo studio ha inteso ricostruire la storia antica della città non da un punto di vista generale, ma favorendo un approccio induttivo. È stato individuato, quale oggetto privilegiato d’indagine, il complesso romanico di via Palestro perché contiene interessanti vestigia della fiorente cultura altomedievale e perché è situato in prossimità del cuore pulsante della città. Inoltre, il suo intimo legame con il Cagnan Grande ha permesso di studiare un elemento chiave che per secoli ha costituito una vera e propria arteria vitale per il centro.

L’incontro del laureando con l’architetto Luciano Gemin ha poi consentito di contestualizzare il complesso Casa dei Carraresi-Ca’ Brittoni nella realtà cittadina contemporanea e di entrare nello specifico dei lavori di restauro promossi trent’anni fa da Cassamarca, lavori ingenti che hanno permesso il recupero di questo patrimonio storico-architettonico di Treviso.