Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/292: L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DAL SUDAFRICA

Nel consuento anticipo della stagione 2020 successo di Larrazabal


SUDAFRICA - Son trascorsi solo quattro giorni dalla conclusione della stagione 2019 in Medio Oriente, e l’European Tour già apre in Sudafrica quella del 2020, con il consueto anticipo sull’anno solare. Si gioca sul Par 72 del Leopard Creek CC di Malelane, nel distretto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/291: DOPO 47 TORNEI, IL TOUR EUROPEO SI CHIUDE A DUBAI

Con la vittoria lo spagnolo Jon Rahm diventa numero uno continentale


DUBAI - Dopo 47 tornei disputati in 31 diverse nazioni, si chiude l’ampia stagione del Tour europeo, con il DP World Tour Championship, sul percorso del Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Il torneo di Dubai mette in palio una prima moneta da record, la leadership...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/290: GRAN RIMONTA DI FLEETWOOD IN SUDAFRICA

L'inglese fa suo il Nedbamk Challenge. Bene Migliozzi


SUN CITY (SAF) - Siamo al settimo degli otto eventi delle Rolex Series dell’European Tour, si gioca sul percorso del Gary Player CC, a Sun City in Sudafrica, uno dei Campi più lunghi del mondo (8.000 m). Nato nel 1981 come evento riservato a pochi eletti, tra i migliori al mondo che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Idea nata durante uno stage nella struttura di Fondazione Cassamarca

TESI LAUREA SU CA' DEI CARRARESI PREMIATA CON 110 E LODE

L'ha presentata Nicola Gnocato, studente di Storia a Ca' Foscari


TREVISO - “Casa dei Carraresi e Ca’ Brittoni. Il restauro dell’identità trevigiana” è il titolo della tesi che Nicola Gnocato ha presentato a Ca’ Foscari, il 9 marzo scorso e che gli è valsa 110 e lode al corso di laurea magistrale in Storia. Relatore il professor Sergio Zamperetti.

L’idea per la tesi è nata durante il tirocinio formativo e di orientamento svolto da Nicola al centro convegni e mostre della Fondazione Cassamarca, nell’estate 2016.
Lo studio ha inteso ricostruire la storia antica della città non da un punto di vista generale, ma favorendo un approccio induttivo. È stato individuato, quale oggetto privilegiato d’indagine, il complesso romanico di via Palestro perché contiene interessanti vestigia della fiorente cultura altomedievale e perché è situato in prossimità del cuore pulsante della città. Inoltre, il suo intimo legame con il Cagnan Grande ha permesso di studiare un elemento chiave che per secoli ha costituito una vera e propria arteria vitale per il centro.

L’incontro del laureando con l’architetto Luciano Gemin ha poi consentito di contestualizzare il complesso Casa dei Carraresi-Ca’ Brittoni nella realtà cittadina contemporanea e di entrare nello specifico dei lavori di restauro promossi trent’anni fa da Cassamarca, lavori ingenti che hanno permesso il recupero di questo patrimonio storico-architettonico di Treviso.