Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A favore 50 soci, bocciata l'aggregazione con Ascopiave

ASCO HOLDING HA DECISO DI FONDERSI CON ASCO TLC

Scelta la strada per rispettare il decreto Madia


PIEVE DI SOLIGO - Asco Holding si fonderà con Asco Tlc. La decisione è stata presa dall'assemblea della società che controlla la maggioranza del gruppo trevigiano del'energia Ascopiave. In ballo c'era il futuro stesso della società, per ottemperare al cosiddetto "decreto Madia", che impone agli enti locali (la maggioranza della holding è detenuta da una serie di Comuni) di dismettere le partecipazioni non attinenti ai loro compiti istituzionali. Dopo un dibattito durato parecchi mesi e alcune precedenti sedute andate a vuoto, la scelta è stata quella della fusione tra Asco Holding e Asco Tlc, altra società del gruppo specializzata in telecomunicazioni. Bocciata, invece, l'altra ipotesi, di aggregazione alla quotata Ascopiave.
Dei 77 soci, pari al 91,738% del capitale sociale, che hanno partecipato all'assemblea, hanno votato a favore 50 soci, ovvero il 63,7% dei presenti, in rappresentanza del 58,437% del capitale (9 soci astenuti pari al 9,229% dei presenti).
L'assemblea ha dato mandato al consiglio di amministrazione di adottare ogni misura per assicurare che l’esecuzione delle delibere comunali avvenga nel rispetto del decreto Madia. 
Pertanto - si legge in un comunicato diffuso dalla società - "il Cda procederà alla presentazione, in una prossima assemblea, di un progetto che risponda a quanto deliberato in data odierna e consenta ad Asco Holding di perseguire il proprio ruolo di motore potente dello sviluppo economico e sociale del territorio in coerenza con una strategia di crescita del valore a lungo termine".
L’assemblea ha infine nominato Anna Sozza, sindaco di Maserada sul Piave, quale nuovo membro del consiglio di amministrazione, in sostituzione del dimissionario Massimo Damini.