Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagine di Cna: le famiglie cercano prodotti di qualità

PASQUA GOLOSA: NELLA MARCA UOVA DI CIOCCOLATO PER 3,5 MILIONI DI EURO

I trevigiani consumeranno 230mila dolci "gusci"


TREVISO - Tre milioni e 500 mila euro circa. È quanto spenderanno i trevigiani, a Pasqua, in uova di cioccolato, secondo un'indagine condotta dal Centro studi Cna nazionale in collaborazione con Cna Agroalimentare.
A Treviso c’è una grande tradizione di maestri cioccolatai. Lo studio dell'associazione imprendioriale stima che a Pasqua 2018, nella Marca, si consumeranno quasi 230 mila uova (a fronte15 milioni a livello nazionale), vendute ai consumatori a 15 euro l’una in media e tra i 38 e i 40 euro al chilo (da 60 a 80 euro al chilo, invece, è il costo delle uova di cioccolato artigianali).
"Un terzo delle uova pasquali acquistate è di produzione artigianale – spiega Catia Olivetto, portavoce di Cna Dolciari e Panificatori Treviso -. Al vertice delle preferenze dei consumatori, infatti, ci sono i prodotti 'from bean to bar' (letteralmente: dalla fava di cacao alla barretta, ndr), vale a dire il vero cioccolato artigianale prodotto da maestri cioccolatai che controllano l’intera filiera».
Secondo la rilevazione, le famiglie trevigiane puntano in maniera crescente, oltre che sulla qualità del prodotto, sulla personalizzazione: per gusto, per “sorpresa” inserita all’interno dell’uovo, per confezionamento.
"La ricerca conferma una tendenza facilmente osservabile – racconta Alfonso Lorenzetto, presidente di Cna territoriale di Treviso -: le confezioni delle uova di cioccolato stanno diventando sempre più raffinate sia sul piano estetico (colori, grafica, lettering) sia sul piano funzionale: materiali, sistemi di apertura e di chiusura". Insomma, l’uovo di Pasqua, da prodotto per bambini, si è ormai trasformato in dolce per tutta la famiglia.

Pasqua è il periodo in cui nel nostro Paese si vende più cioccolato. Il consumo annuale pro capite è ormai vicino ai 5 chili (4.835 grammi, per la precisione). In costante crescita, ma ancora lontano dalla primatista Svizzera, dove la media pro capite sfiora i 10 chili annui (9.775 grammi). Rispetto al mercato internazionale l’Italia consuma più prodotti “premium”, vale a dire di qualità-prezzo di fascia alta.
Il prodotto preferito dai consumatori italiani è la tavoletta o barretta con circa 90 milioni di pezzi complessivamente venduti ogni anno. Accanto alle declinazioni classiche nel nostro Paese, e non solo, si stanno affermando varianti salutiste: senza glutine, vegane, biologiche.